301 Views

Nell’anno 2083 l’uomo è completamente scomparso dalla faccia della Terra e della sua antica maestosità non rimangono altro che antichi e decadenti ruderi che la natura sta lentamente riconquistando. Al posto dell’homo sapiens, la nuova razza dominante è quella dei primati: sono proprio loro che, con la loro sete di conoscenza, hanno deciso di radunarsi in tribù al fine di sviluppare abilità sempre nuove e di utilizzare quegli antichi manufatti ereditati dagli ormai scomparsi cugini.

After us è un gioco post-apocalittico che si basa su meccaniche di deckbuilding e di raccolta risorse. Il giocatore è il leader di una tribù e ha come scopo ultimo ottenere più punti vittoria degli avversari: il primo che riesce a raggiungere e superare la soglia degli ottanta punti determina la conclusione della partita che decreterà vittorioso chi avrà il maggior punteggio finale.

Il gioco localizzato da Ms Edizioni è adatto fino a sei giocatori, non allungando poi neanche di molto le tempistiche visto che molte operazioni possono essere svolte in contemporanea e l’interazione tra i partecipanti è davvero minima. Se il core è l’ambito competitivo, After us offre anche una modalità in solitario.

La partita inizia con i giocatori che hanno otto carte tamarini a cui si potranno aggiungere, con il passare dei turni, anche carte gorilla, carte orango, carte scimpanzé e carte mandrillo, consci che ogni tipologia di scimmia ha delle caratteristiche peculiari distintive: i gorilla, per esempio, producono rabbia, un elemento che permette di eliminare dal gioco alcune delle proprie carte scimmia in maniera da rendere il mazzo più veloce nel girare ma anche più performante.

I round si compongono di tre differenti fasi: assemblare la tribù, attrarre nuove scimmie e infine riposare.

Nella prima si posizionano le prime quattro carte del mazzo sotto la plancia, andando poi a disporle secondo la propria strategia: la loro combinazione infatti permetterà di generare alcuni riquadri con determinati effetti e relativi costi che si applicheranno unicamente nel caso in cui il riquadro stesso sia chiuso. La loro risoluzione sarà svolta in ordine partendo dalla fila più in alto e muovendosi da sinistra a destra secondo il normale senso di lettura.

Nella seconda fase ogni giocatore sceglie segretamente un proprio token e lo posiziona di fronte a sé coperto. Quando tutti sono pronti lo si rivela applicandone il bonus relativo e, pagando il dovuto prezzo in cibo, sarà possibile far unire alla tribù una scimmia di quella particolare famiglia posizionando la corrispettiva carta a faccia in giù sul mazzo da pesca. Spendendo due risorse aggiuntive sarà inoltre possibile copiare il bonus di uno dei giocatori vicini.

La terza fase fa scartare le carte utilizzate, recuperare il disco azione e quindi procedere ripartendo dalla fase uno.

Il gioco è davvero piacevole e interessante, una buona creatività che permette di divertirsi con regole non complicate. L’interazione minima fa in modo che sia praticamente impossibile sabotare l’avanzata di un rivale e ciascuno può portare avanti la propria strategia senza doversi preoccupare di subire vendette da parte degli avversari.

I materiali di After us sono molto buoni, a partire anche dalla scelta della scatola, che al tatto mostra una morbidezza superiore a quella di molte altre produzioni. Token e carte sono robusti, rendendo il gioco di ottima fattura. E’ poi molto interessante l’idea di personalizzare ogni localizzazione inserendo un corrispettivo monumento nazionale nell’immagine di copertina. In questo modo sarà facile identificare le diverse edizioni tra di loro già solo dal disegno: il Colosseo per la versione italiana, la Torre Eiffel per quella francese, il Big Ben per quella britannica.

Titolo: After us

Editore: Ms Edizioni

Comments

comments