FotoAlquati_Rally1000Miglia_Amici2 Dopo un brillante avvio di stagione, la Leonessa Corse sperava di poter continuare il trend positivo anche sulle strade di casa per il 40° Rally 1000 Miglia. Non tutto è andato per il verso giusto con il maltempo che ha segnato prepotentemente la corsa bresciana condizionando classifiche ed andamento.

A farne la spesa sono stati in particolar modo Roberto Amici e Gianluca Saresera che, per differenti ragioni, sono stati costretti al ritiro a pochi chilometri dalla conclusione. Bravi invece Valerio De Cecco che in coppia con la sorella Amalia ha portato a casa un saggio 8° posto di classe N2 sulla Peugeot 106 di famiglia.

“Un rally davvero estremo in certi momenti- ha dichiarato il giovane bresciano-ma per la mia poca esperienza era fondamentale arrivare al traguardo nonostante tutto.”

Per De Cecco restano comunque due ottimi terzi posti di classi sulle tre speciali disputate.

 FotoAlquati_Rally1000Miglia_DeCecco2Decisamente peggio è andata ad Amici e Pegoraro, in gara su Renault Clio R3C della GMA Motorsport. Dopo aver inanellato una serie progressiva di ottimi tempi (dalla 5° posizione di Ps1 i due “leoncini” sono passati al podio di Ps3), sono incappati in una veniale quanto fatale uscita di strada che ha imposto l’alt alla loro gara. Sotto il diluvio, la scelta di gomme rivelatasi azzeccata ha dato forse troppo entusiasmo all’equipaggio che nel corso della Pertiche2 , nell’atto di raggiungere in prova un avversario diretto si è lasciato prendere dalla foga urtando una gomma e mettendo fine alle speranze di podio.

Sorte simile per Saresera e Taufer che per la prima volta condividevano l’abitacolo. Sulla Peugeot 208 R2B della Vieffecorse Saresera e naviga sono riusciti a passare al comando della classe più numerosa del rally già dalla prima speciale salvo poi perdere la leadership per un tempo imposto ancora poco chiaro. Sul terzo crono l’equipaggio è riuscito a riportarsi sotto prima però di incappare in una uscita di strada che ha fortemente danneggiato la vettura ma non ha fortunatamente comportato nessuna conseguenza per l’equipaggio.

Ambrosio e Ghidini non sono partiti a causa di un imprevisto impegno di lavoro del pilota.

Comments

comments