515 Views

Si conclude il 2 Maggio l’edizione n°26 del Far East Film Festival, iniziata lo scorso 24 Aprile ad Udine. Da anni ormai questo festival è un punto di riferimento in Europa per il cinema asiatico e in queste giornate Udine diventa protagonista indiscussa.

Non solo cinema, ma durante le ultime edizioni il programma si è arricchito di tante attività ed eventi collaterali legati sempre alla manifestazione princiapale, andiamo così da workshops a talk, da mostre d’arte a concerti, da momenti per cosplayers (il 1 Maggio) a conferenze tematiche e mercatini e molto altro ancora.

Ho avuto modo di seguire il festival in presenza dal 24 Aprile (la sua apertura) fino al 26 Aprile e devo direche anche quest’anno si è dimostrato una garanzia. Una finestra sul mondo orientale in grado di emozionare e stupire.

Durante queste tre giornate ho avuto modo di visionare 8 pellicole, film in anteprima internazionale alcuni,altri in anteprima europea o italiana ed altri ancora dei film restaurati, perché il Far East oltre a portare delle primizie e novità si occupa anche di presentare retrospettive tematiche e di portare film restaurati che in alcuni casi sono presentati al pubblico in sala cinematografica per la prima volta.

Tra i workshop (ho preso a parte a due di essi ma per il primo non ho potuto fare ne riprese ne foto perché era di tipo esclusivamente pratico), ho avuto modo di provare la Linoleografia ovvero un tipo di stampa utilizzato molto in Giappone e non solo su Linoleum. Assieme agli altri partecipanti ho avuto modo di testare questa tecnica (figlia di una precedente simile alla Ukiyo-e che tutti ricordiamo per i lavori di Hokusai) e di provarne in prima persona il processo di inchiostrazione. Tecniche che ci permettono di rallentare il nostro ritmo frenetico che viviamo in ogni giornata e dopo un ora di lavoro ci permettono di osservare il nostro lavoro finale, magari con più di qualche sbavatura di inchiostro perché non siamo ancora in grado di maneggiare questa tecnica che comunque è stata molto interessante da sperimentare.

Le proiezioni si sono svolte presso due sedi, il cinema Visionario (nella sala Eden dove per la maggiore erano proiettati i film della retrospettiva e i lavori restaurati) e il teatro Nuovo Giovanni da Udine che era sede anche degli incontri stampa e dei talk.

Messua Mazzetto

VIDEO LINK:

https://youtu.be/ZUSo-DQ3-Uw

Comments

comments