paoliniVittoria e leadership di categoria: non poteva concludersi più degnamente il Rally del Casentino di Francesco Paolini. Il pilota di Montieri, protagonista nel campionato International Rallt Cup, ha centrato il successo di raggruppamento nell’appuntamento andato in scena questo fine settimana sulle prove speciali della provincia di Arezzo, insediando il comando di classe fin dal secondo tratto cronometrato e concretizzando sulla pedana d’arrivo di Bibbiena un risultato valso la testa della classifica provvisoria di campionato. Una doppia soddisfazione per il driver grossetano, autore di una prestazione valsa la supremazia su vetture di caratura superiore.

 Al volante della Peugeot 106 Kit messa a disposizione dal team SMD Racing ed assecondato “alle note” da Marco Nesti, copilota di Massa Marittima, Francesco Paolini ha definitivamente archiviato il prematuro ritiro accusato sui fondi del Rally del Taro, manche inaugurale di campionato, riuscendo a colmare il gap e confermando i presupposti di vittoria finale espressi a margine della stesura del programma stagionale.

Per il portacolori della scuderia Jolly Racingteam una vittoria conquistata in una delle gare più selettive del panorama motoristico nazionale, impreziosita dai trentasette chilometri della prova speciale conclusiva “Talla”, un vero e proprio banco di prova per gli interpreti della serie promossa da Pirelli.

 “Pur avendo già affrontato in passato i chilometri di questa gara, sono rimasto impressionato dalle condizioni di alta selettività offerte dalla prova speciale finale – il commento di Francesco Paolini a fine gara – chilometri di fondo molto sporco dove ogni minimo errore in impostazione di traiettoria avrebbe potuto pregiudicare quanto fatto di buono fino a quel momento. Una gara partita in sordina, con una scelta di gomme non congeniale nella speciale d’apertura ma indirizzata sui giusti binari fin dal secondo tratto, con una condotta aggressiva che ci ha garantito l’obiettivo prefissato, ovvero la conquista del primato in classifica”.

 La “cavalcata” internazionale di Francesco Paolini proseguirà con il Rally delle Valli Cuneesi, in scena a metà settembre. Per il pilota grossetano, poi, i riflettori del finale di stagione saranno puntati sulla partecipazione al Trofeo Maremma.

DSC_0943Chi non torna molto soddisfatto dal Rally Internazionale del Casentino è l’A-Style Team per la quale il rally ha avuto due differenti sfaccettature per Elwis Chentre e Fulvio Florean.

Partiti con l’intento di puntare al successo, l’equipaggio della scuderia New Driver’s Team e la squadra corse comasca hanno dovuto rivedere i loro piani a fronte di un ritmo gara non sugli standard usuali.

Dopo il buon secondo tempo assoluto sulla prima prova speciale, la spettacolare “Bibbiena”, Chentre ha faticato a prendere le giuste velocità risultando attardato per la lotta al vertice. Al termine della corsa però, grazie ad una condotta tenace, l’equipaggio dell’A-Style Team ha completato la gara al 5° posto assoluto.

Non siamo ancora riusciti a capire i perché di questa prestazione sottotono– racconta un lucido Chentre- perché siamo partiti per vincere e non siamo mai riusciti a graffiare a dovere. Ora, insieme ai tecnici del team cercheremo di analizzare passo per passo la gara; ho sempre avuto sensazioni positive in merito alla vettura e alle regolazioni; scivolava un po’ il retrotreno ma questo è  stato un fenomeno accusato anche dagli altri concorrenti. Fortunatamente siamo riusciti a capitalizzare al meglio questo rally tenendoci in piena corsa per il titolo assoluto e, ovviamente, anche per il titolo Wrc. Non vedo l’ora del Valli Cuneesi perché ho voglia di rivalsa sia personale che per il team: i tempi del Casentino non corrispondono a quelli a cui sono abituati Elwis Chentre e l’A-Style Team.”

 La voglia di riscatto passerà dunque dalle strade del Valli Cuneesi dell’1,2 e 3 settembre dove Chentre e Florean si giocheranno il titolo assoluto dell’Irc Cup 2016.

13714447_10209934631785946_1555898554_nViceversa, il Rally del Casentino si è concluso positivamente per la scuderia Giesse Promotion.

In gara con due equipaggi, entrambi al traguardo, il sodalizio bergamasco ha visto due piazzamenti importanti in ottica di campionato IRC Cup, serie per la quale la corsa aretina era valida.

Stefano Capelli, insieme ad Elio Tirone, ha disputato una gara rapida ma attenta visto che bisognava badare anche alla graduatoria di campionato. Sulla Peugeot 207 S2000 della Roger Tuning il pilota orobico ha iniziato con piglio deciso regalando spettacolo nella Ps1 Bibbiena e segnando tempi rilevanti nelle successive. Sulla lunga Talla poi “ho visto un paio di vetture fuori strada ed un’altra l’abbiamo raggiunta per guasto” racconta il driver di Villa d’Almé “così ho pensato che era meglio non forzare oltremisura e portare a casa il secondo posto.” Che in ottica generale significa leadership di categoria quando alla fine manca un solo rally: ora con 154,5 punti comanda con ben 60 lunghezze sul secondo, Marchetti.

 Buona gara anche per i coniugi Gianluca Crippa e Giada Pecis che sulla Renault Clio S1600 sempre by Roger Tuning, hanno inanellato una serie di buone prestazioni specie se considerata la loro scarsa esperienza con la  vettura francese; quarti di classe, ora i due della Giesse Promotion occupano il podio di campionato in seconda posizione: 116,5 i punti nel loro bottino personale.

Comments

comments