Dracula(di Jessica Sabatelli) Un gruppo di ricercatori britannici ha adoperato la dinamica dei fluidi per stimare quanto tempo impiegherebbe un vampiro a succhiarci il sangue.

Uno studio bizzarro quanto interessante, che determinerebbe, inoltre, quanto occorrerebbe a un vampiro per bere sangue a sufficienza per uccidere la sua vittima.Gli studiosi del dipartimento di fisica e astronomia dell’Università di Leicester, si sono posti questa domanda proprio in occasione dell’85esimo anniversario dall’uscita del film Dracula, del 1931.

Il metodo di analisi utilizzato per la ricerca è stato quello della dinamica dei fluidi, utile per stimare quanto tempo servirebbe ad un “ipotetico” vampiro per drenare il sangue dal corpo di un uomo comune.

I risultati dello studio hanno stimato che sarebbero necessari solo 6 minuti e 24 secondi per drenare il 15% del sangue dalla carotide di un essere umano.

Questa è la percentuale di sangue necessaria a provocare dei preoccupanti cambiamenti al sistema circolatorio e alla conseguente salute della vittima. E’ chiaro che l’estrazione di sangue da una zona così delicata come il collo, che è sede della carotide,può provocare non poche ingenti conseguenze.

L’arteria principale del nostro corpo si chiama aorta e si dirama in 5 parti diverse:una di queste è la carotide e il team di ricerca ha analizzato proprio la velocità del sangue che scorre in quella arteria. Considerando che tutte le arterie del corpo hanno quasi pari velocità di flusso, è stato più facile calcolare precisamente quali sarebbero state le conseguenze di un “drenaggio vampiresco”.

Perciò, i ricercatori hanno esaminato la pressione media delle arterie a confronto con la pressione atmosferica, riuscendo a stabilire la differenza di pressione fra le due. E’ stata poi analizzata la densità media del sangue a temperatura ambiente e la quantità, per secondo, che ne fuoriuscirebbe a seguito di un morso, attraverso i denti di un vampiro (circa 0,5 millimetri, ovvero le presunte dimensioni dei canini “da vampiro”).

Non dimentichiamo, però, che “Dracula” drenerebbe solo il 15% del sangue del corpo di un essere umano adulto, che in tutto ne contiene circa 5 litri. In teoria, al mostro basterebbe solo una così misera quantità sangue, ovvero 0,75 litri, per prelevare la fantomatica energia vitale della sua vittima. Solo 6 minuti e 24 secondi sarebbero perciò utili per sfamare un famelico “signore dei pipistrelli”, e per fare KO, probabilmente, il suo sfortunato pasto.

I giovani ricercatori di Leicester hanno, successivamente, presentato i loro risultati in un articolo sul Journal of Physics Special Topics, una piccola rivista gestita dalla stessa università, ma che dà agli studenti la possibilità di fare pubblicazioni e di farsi conoscere sul campo e, come con questa ricerca, anche in tutto il mondo!

Comments

comments