Avete mai sentito parlare di termogenici? Probabilmente sì se siete appassionati di sport oppure se avete intenzione di dimagrire. Si tratta di erbe o integratori nutrizionali che aumentano la quantità di calore prodotto all’interno del corpo umano. I produttori consigliano i termogenici per bruciare i grassi o diminuire l’appetito. In teoria, questi prodotti possono facilitare la perdita di peso aumentando il metabolismo e stimolare l’esercizio fisico.

Il loro nome deriva dall’azione prodotta in quanto aumentano il calore corporeo. Usano ciò che è chiamata fosforilazione ossidativa, un processo nel quale il corpo brucia calorie a un ritmo accelerato per mantenere normali le temperature dell’organismo. I termogenici accrescono anche la funzione metabolica del tessuto adiposo, dove è immagazzinato il grasso corporeo. Anche se i termogenici non bruciano l’adipe direttamente, migliorare il funzionamento del metabolismo, del sistema respiratorio, cardiovascolare e altri fa sì che il corpo abbia meno energia disponibile, che a sua volta costringe l’organismo a usare energia di riserva, o grassi, come carburante.

Consigli utili

Gli integratori termogenici per il corpo vanno assunti la mattina con un bicchiere abbondante di acqua. Normalmente gli Integratori Termogenici – ma vale anche per gli altri – sintetizzati in laboratorio hanno una maggiore concentrazione del principio attivo e, quindi, sono più potenti rispetto all’Alimento.

Spesso gli Integratori Alimentari Naturali hanno risultati ad ampio spettro: la dieta, lo sport, la salute e via dicendo. Per contro, quelli sintetici vengono assunti per uno scopo determinato, mirato e per un periodo di tempo specifico.

Inoltre, il fatto che un Integratore sia Naturale non vuol dire che è meno potente o senza effetti collaterali. Superare le dosi consigliate o non prestare attenzioni agli effetti sul nostro corpo, può essere molto pericoloso.

La composizione dei termogenici è alquanto variegata, sia per qualità che per quantità dei prodotti utilizzati. Ogni azienda, infatti, propone il suo mix vincente, con dosaggi e composizioni sensibilmente diversi. www.prezzisalute.com. Nonostante l’enorme variabilità, è possibile individuare una serie di principi attivi ricorrenti nelle diverse formulazioni.

Come ad esempio la caffeina e teobromina, in grado di stimolare l’attività simpatica e potenziare il metabolismo ossidativo. Il caffè verde, con i suoi numerosi principi attivi, la sinefrina, estratta dall’arancio amaro e dotata di potente attività simpaticomimetica.

Il cromo policonato, usato per diabetici obesi, ha riportato molti risultati positivi per mantenere ottimali i livelli ematici di insulina. Questa molecola consente l’assorbimento dei carboidrati, ovvero degli zuccheri complessi di pasta e pane e quelli semplici della frutta, e permette una significativa perdita di grasso per l’uomo.

Gli effetti collaterali

Proprio per la potenza d’azione, i termogenici espongono il consumatore a diversi effetti collaterali. Le reazioni avverse più frequentemente osservate sono quelle a carico dell’apparato cardiovascolare, con ipertensione e tachicardia, e quelle a carico del sistema nervoso centrale con la comparsa di irrequietezza, stato di tensione e agitazione. www.prezzisalute.com. Nausea, dolori addominali crampiformi, vomito e diarrea sono invece le reazioni avverse più osservate a livello gastroenterico. Tutte regrediscono spontaneamente in seguito a sospensione dell’integrazione.

Comments

comments