Le popolazioni del Sud America bevono mate come noi italiani beviamo caffè. Il rituale è particolarmente diffuso soprattutto in Argentina ed Uruguay. Gli argentini bevono in media il mate due o tre volte al giorno.

Il Mate è una bevanda ricavata da una pianta conosciuta come yerba mate, molto apprezzata in Sud America, specialmente in Argentina, Uruguay e Paraguay, ma anche in alcune regioni del Brasile, del Cile e della Bolivia. Si prepara in infusione come il caffè o il tè, ma viene consumato in un modo molto particolare, poiché non si beve da una tazza, ma attraverso una cannuccia con beccuccio chiamata “bombilla” inserita in una ciotola chiamata “mate”.

Il consumo del mate risale ad una sorta di rituale dei nativi Guarani che abitavano il territorio oggi occupato dal Paraguay e dalle province argentine di Misiones e Corrientes, come si legge sul sito specializzato Taragui. I Guarani erano soliti piantare l’erba mate dove seppellivano i loro cari; una volta cresciuta la raccoglievano per preparare una bevanda che condividevano insieme ai membri delle loro famiglie, tutti seduti in cerchio. I Guarani praticavano questo rituale perché credevano che in questo modo, lo spirito dei loro cari, sarebbe cresciuto insieme all’erba mate, e che fosse tenuto vivo attraverso l’ingestione della bibita.

Il modo di bere mate in Argentina non è cambiato molto da allora, poiché a differenza del tè o del caffè, che si beve anche da soli, il mate è una bevanda che solitamente si condivide con conoscenti, familiari, amici o colleghi di lavoro, aspetto che gli conferisce un’importante connotazione sociale che difficilmente è possibile attribuire ad altre bevande.

Il consumo di tè mate rappresenta uno degli aspetti più peculiari della cultura Argentina e Uruguayana. È un’abitudine radicata che unisce le persone e che permette di socializzare e condividere momenti piacevoli mentre si sorseggia la deliziosa bibita.

Gli uruguaiani consumano quindici chili di erba mate a persona, gli argentini sette, secondo i dati forniti dall’Istituto Nazionale di Yerba Mate (INYM).

Ma perché così si consuma così tanto mate in entrambi i paesi?

Il viceministro del turismo dell’Uruguay, Benjamin Liberoff, ha spiegato che l’abitudine di bere questa infusione non ha unicamente lo scopo di estinguere la sete, ma è principalmente legata alla socializzazione tra pari.

A seconda del luogo, del momento o della persona con cui viene bevuto, il mate acquista significati diversi. Può essere considerato un comune alimento, o come una piacevole scusa per trascorrere un momento di pausa ed ozio”. Ma è anche più di questo. “È un elemento di comunione e condivisione o anche un gesto di benvenuto per ricevere gli ospiti nelle proprie case. Il mate viene consumato, generalmente, in compagnia. Lo stesso contenitore e la bombilla viene condivisa passando da una persona all’altra”. Secondo Liberoff, è ciò che lo distingue “notevolmente” dal modo in cui vengono consumate altre infusioni, come tè o caffè.

Il Mate, che può essere bevuto amaro o zuccherato, viene consumato in misura minore in Paraguay, in parti del Brasile, del Cile, della Bolivia e persino in Libano e in Siria.

Proprietà dell’erba mate

Oltre alla connotazione sociale, l’erba mate è conosciuta per le sue proprietà benefiche, superiori a quelle del caffè, capaci di stimolare il benessere fisico e mentale, in quanto il suo effetto dura più a lungo e non causa insonnia. Presenta anche più antiossidanti rispetto al tè verde, contiene polifenoli che aiutano a rafforzare le difese immunitarie e inibisce l’ossidazione delle LDL. Inoltre, è ipocalorico e fornisce al corpo minerali come il potassio, il magnesio e il manganese; vitamine come B1 e B2; e quindici tipi di amminoacidi.

Per i suoi benefici è attualmente una delle bevande scelta da milioni di persone, non solo in Sud America, ma anche in molti altri paesi.

Comments

comments