Dante-Alighieri_foto_schedaSono nomi eccellenti e di grande appeal quelli che compongono il nuovo cartellone di Teatro Comico che l’Amministrazione Comunale di Ravenna e Accademia Perduta/Romagna Teatri hanno organizzato, in arricchimento della già prestigiosa Stagione 2014/15 del Teatro Alighieri!

Cinque appuntamenti, di cui uno “fuori abbonamento”, per tutti gli amanti della comicità intelligente, pungente, stralunata e sempre brillante, che vedranno alternarsi sul palco dell’Alighieri “mostri sacri” quali Gioele Dix, Max Giusti, Giuseppe Giacobazzi, il “mentalista” Francesco Tesei e un ensemble di amatissimi attori, tra cui Roberto Ciufoli, Max Pisu, Nino Formicola, Nini Salerno, protagonisti del frizzante Forbici & Follia.

A differenza delle ultime Stagioni, l’inizio delle rappresentazioni sarà alle ore 21.

GLI SPETTACOLI IN ABBONAMENTO

Ad inaugurare la nuova edizione del cartellone Comico dell’Alighieri sarà Gioele Dix, accompagnato dal chitarrista Savino Cesario, con il divertentissimo Onderòd, un repertorio di monologhi che riflettono e ironizzano su mode e gusti correnti, su abitudini e debolezze diffuse, su guasti pubblici e privati, nel segno di quella comicità, a tratti feroce, che caratterizza il suo stile di scrittura, in altalena costante fra leggerezza e insofferenza (mercoledì 26 novembre).

Sarà poi la volta di Forbici & Follia, interpretato da Roberto Ciufoli, Milena Miconi, Max Pisu, Barbara Terrinoni e la partecipazione di Nino Formicola e Nini Salerno. Forbici&Follia è un gioco di contrasti e di tante possibili verità. Forbici&Follia è un salone da coiffeur, di una città italiana. Anzi… della città in cui si rappresenta lo spettacolo! Forbici&Follia è il racconto di un giorno come tutti gli altri. Anzi… del giorno in cui si svolge la rappresentazione! Il giorno in cui la tranquilla vita di pettegolezzi che scorre allegramente fra le avances del parrucchiere a tutti i clienti maschi, e i piccoli sogni della sua aiutante (che ha, forse, una relazione con un equivoco antiquario) viene interrotta dall’assassinio della vecchia pianista che vive al piano di sopra, ed è la proprietaria di tutto l’edificio. Ma, colpo di scena, tutti i presenti hanno un movente che giustificherebbe il delitto, ed hanno avuto la possibilità di compierlo. E si scopre che, in realtà, due clienti sono poliziotti in borghese e devono arrestare il colpevole… Come? Con la collaborazione degli spettatori/testimoni oculari, che possono risolvere il mistero, grazie a ciò che hanno visto accadere, e alle domande che sapranno porre (giovedì 11 dicembre).

L’amatissimo Max Giusti sarà poi protagonista di 2015 Personaggi. Il celebre comico vestirà i panni del prete-detective Don Matteo, dell’attore da Oscar Toni Servillo, del parrucchiere Icaro che odia i “pelati”, del rapper marchigiano McSilvano che vanta centinaia di migliaia di visualizzazioni su youtube, del neo-italiano Mohamed, del cantante più sensibile Patrizio Cantamore, dell’ambientalista Sergio, oltre agli storici Claudio Lolito, Al Bano, Cristiano Malgioglio, che lo hanno reso noto al grande pubblico nel programma tv Quelli che il calcio.

Tutti i personaggi vengono introdotti dai monologhi dello stesso Max Giusti che, partendo dall’attualità, racconta i tempi di oggi all’insegna della spending review, per arrivare poi a toccare temi più emozionali come il rapporto con i figli e i genitori, il primo amore, le difficoltà della vita di coppia (venerdì 20 febbraio).

L’ultimo appuntamento in abbonamento sarà con Giuseppe Giacobazzi e il monologo Un po’ di me (genesi di un comico) che racchiude 20 anni di carriera del comico romagnolo. Lo spettacolo ha tutte le sfumature di “confessione privata” dell’artista, che apre al pubblico il cassetto dei ricordi. Risate e riflessioni per due ore di spettacolo emozionanti (lunedì 9 marzo).

FUORI ABBONAMENTO

Come accennato, la Stagione di Teatro Comico dell’Alighieri sarà quest’anno impreziosita da uno speciale “fuori abbonamento”: il più famoso mentalista d’Italia, Francesco Tesei, con lo spettacolo Mind Juggler. Ciò che compie Tesei è semplice e, allo stesso tempo, spaventoso. Tesei squarcia il velo della percezione, mostrando con insolita ironia che la realtà, spesso, è esattamente il contrario di ciò che noi pensiamo che sia. Improvvisamente ci rendiamo conto che il nostro libero arbitrio, forse, non è così “libero”. Che tutto ciò che riteniamo assolutamente privato e personale è, in realtà, comune e condiviso. Che ogni comportamento è collegato da una serie infinita di rapporti di interdipendenza. Che dentro la nostra mente, forse, esiste un ordine segreto che regola il caos (martedì 13 gennaio).

Comments

comments