aliprandi-librosiaeSimone Aliprandi, avvocato e divulgatore in materia di diritto d’autore (vedi sito personale <http://www.aliprandi.org/>), si dimostra instancabile e riesce a mantenere la media di un libro pubblicato ogni anno. Infatti, dopo l’uscita di ben due opere nel corso del 2014 (“Il fenomeno open data” e “Pillole di diritto per creativi e musicisti”), è notizia di questi giorni l’arrivo di “SIAE: funzionamento e malfunzionamenti. La gestione collettiva del diritto d’autore in Italia”, monografia che, come dice il titolo stesso, si pone l’obiettivo di fare chiarezza sui meccanismi, spesso non molto limpidi, con cui la SIAE tutela e gestisce i diritti degli autori ed editori.


Prendendo spunto da alcuni articoli già circolati in rete negli scorsi mesi, Simone fornisce ai lettori una guida completa per orientarsi in mezzo alla burocrazia di SIAE e un essenziale antidoto alle fin troppo radicate leggende metropolitane che circolano sull’argomento. Ora è dunque possibile avere un’overview sistematica della varie questioni, esposte con lo stile divulgativo e il linguaggio semplice e comprensibile tipici dello stile dell’autore. Non mancano spunti critici e argomentazioni prospettiche in vista di una tanto attesa (nonché imminente) riforma del settore in gran parte dei paesi europei.
L’opera, come tutte quelle pubblicate da Simone, è rilasciata con licenza Creative Commons ed è pubblicata sia in cartaceo che in ebook da Ledizioni <http://www.ledizioni.it/prodotto/s-aliprandi-siae-funzionamento-e-malfunzionamenti/>.
Il tutto è completato da un’appendice con le principali norme di riferimento. Tutti i dettagli sulla pubblicazione nonchè un’anteprima sui contenuti sono disponibili sul sito http://lasiae.blogspot.it/p/libro.html dedicato specificamente a questi temi e curato direttamente da Aliprandi.
L’occasione per una prima presentazione del libro sarà la tavola rotonda “Quale futuro per la SIAE?” ospitata dal SAE Institute Milano (accademia presso cui Simone è docente a contratto) per il prossimo 19 maggio alle ore 18:30; interverranno anche Salvatore Primiceri (a sua volta autore di una monografia sul tema intitolata “Abolire la SIAE”) e Franco Pagnoni (organizzatore della Festa della musica di Brescia). L’ingresso è gratuito ma è richiesta la registrazione online su questo sito
<https://www.eventbrite.it/e/biglietti-quale-futuro-per-la-siae-in-attesa-di-un-nuovo-modello-di-gestione-collettiva-del-copyright-16896521952>

Stefano Bassi

Comments

comments