ML7_9746Questo fine settimana sarà il weekend dell’atteso Rally di Roma Capitale che scatterà venerdì 23 settembre alle 17.31 e nella stessa serata ci sarà la prova spettacolo “Euroma 2” alle 18.23. Sabato 24 settembre si completerà la 1^ Tappa alle 19.05, dopo altri 9 tratti cronometrati. Domenica 25 settembre giornata finale con altre 5 prove speciali nei dintorni di Fiuggi, traguardo finale alle 17.01 a Roma. In totale saranno 804,97 i Km di gara, di cui 151,75 suddivisi nelle 15 prove speciali.

Tra i protagonisti annunciati c’è sicuramente Corinne Federighi: la giovane driver massese, leader nella classifica “femminile” del Campionato Italiano Rally, che cercherà di centrare il massimo obiettivo in entrambe le gare in programma. Un doppio obiettivo che potrebbe rendere sempre più realistiche le prerogative di inizio stagione, ovvero di confermarsi campionessa italiana al volante della Renault Clio R3C.

Per la portacolori della scuderia Island Motorsport e la copilota Jasmine Manfredi, il Rally di Roma Capitale potrebbe rivelarsi determinante per il raggiungimento dell’obiettivo. Un contesto che, oltre ad assicurare ampia visibilità alla driver apuana, rappresenta per Corinne Federighi il “crocevia” di una stagione caratterizzata da problematiche che sembravano – in un primo momento – aver seriamente compromesso l’obiettivo dichiarato, il titolo nazionale.

Tra le prove speciali capitoline, appena un anno fa, Corinne Federighi si è resa protagonista centrando la terza posizione nel confronto riservato ai piloti “Junior”. Un risultato di indubbio spessore che regalò alla pilota massese la soddisfazione di essersi resa protagonista anche al di fuori della bagarre “rosa”.

Assecondata dal team SMD Racing, Corinne Federighi è riuscita a conquistare la leadership in classifica, confermandone la posizione grazie al doppio successo conseguito sull’asfalto del Rally del Friuli di fine agosto.

fotomacsDi ritorno dal Friuli Venezia Giulia, anche Kevin Gilardoni e Corrado Bonato sono pronti a riassaporare l’ebbrezza della velocità in una gara del campionato tricolore a bordo di una Clio R3T della Movisport con il numero 12.
Sulla vettura francese, nelle ultime prove, Gilardoni aveva trovato un buon equilibrio tecnico: “ I tempi delle ultime prove speciali  al Rally del Friuli ci dicono che siamo arrivati ad un buon livello e proprio da quelle prestazioni vogliamo ripartire”- racconta il pilota del team GIMA Autosport.
Dopo aver debuttato nei rally tre anni fa ed aver conseguito brillanti risultati nelle competizioni a carattere regionale, Gilardoni nel 2016 ha deciso di mettersi in discussione disputando il Campionato Italiano Rally cimentandosi per la prima volta in competizioni di livello internazionale; Ciocco, Sanremo, Targa Florio sono solo alcune delle gare in cui ha dovuto scontare il noviziato ma nel contempo affinare le sue qualità che, prima di gennaio, erano prevalentemente legate al mondo della pista.

Ora Gilardoni, affiancato come sempre dal fidato Corrado Bonato, vanta  53,50 punti e la terza posizione nella graduatoria della categoria R3 del CIR; nell’ambito del trofeo Renault Clio R3T invece, è secondo con 90,4 punti.

Marco Pollara - Giuseppe Princiotto su Peugeot 208 R2 al Rally del FriuliPronto al via anche il duo formato da Marco Pollara e Giuseppe Princiotto su Peugeot 208 R2B, portacolori della Scuderia messinese CST Sport e neo vincitori della Michelin R2 Rally Cup. Per loro, il rally romano sarà il penultimo round del Campionato Italiano Rally Junior.

L’equipaggio formato dal 19enne palermitano di Prizzi continua con profitto ad accumulare preziosa esperienza nell’anno del debutto nella massima serie ACI, affiancato dal dal due volte Campione Italiano Rally (Junior e Produzione) messinese di Librizzi.

Pollara e Princiotto sulla vettura curata al meglio dal Team Munaretto sono al rush finale per la rincorsa al titolo tricolore e a due prove dal termine si trovano al secondo posto nella classifica di campionato, a sole 10 lunghezze dal vertice, con una vittoria e un totale di ben sette podi in gara.

-“Ogni gara è per noi un’occasione importante per acquisire esperienza in un campionato impegnativo e per me del tutto nuovo in cui è già arrivata l’ottima gratificazione del successo nella Michelin Cup – è il commento di Pollara alla vigilia del rally capitolino – avere Giuseppe a fianco, la certezza data dalla professionalità del team e dei tecnici Michelin, sono delle garanzie per tutto il lavoro pianificato con CST Sport. L’obiettivo è certamente quello di aumentare l’esperienza, con un occhio al risultato”-.

Comments

comments