Sulla sentenza della Corte Costituzionale che ha dichiarato illegittima la mediazione obbligatoria per eccesso di delega, é arrivato durissimo il commento di Oscar Giannino, questa mattina nel corso della trasmissione “Nove in Punto, la Versione di Oscar”, in onda su Radio24.
Oscar Giannino ha rilevato come non ci si debba fidare dello Stato. “949 organismi di mediazione e oltre 40.000 mediatori sono da oggi per strada per colpa della sentenza della Corte che rileva un eccesso di delega” dice Giannino che continua “lo Stato può permettersi di cambiare idea quando vuole, intanto gli organismi e i mediatori avevano creduto nell’istituto e investito centinaia di migliaia di euro”. “La Corte – prosegue Giannino – non si é preoccupata delle conseguenze della sua decisione e si é inventata questo eccesso di delega, quindi la forma é più importante della sostanza”. Negli uffici pubblici, conclude Giannino dovrebbe essere infatti appeso il cartello “La forma é più importante della sostanza”. Giannino rileva come la riforma della giustizia avviata un anno e mezzo fa e l’istituto della mediazione erano volti a snellire il contenzioso civile e che la strada era stata tracciata. A questo avevano creduto in molti. Ogni organismo di mediazione ha speso più di 100.000 euro per avviare l’attivita e ora lo Stato dice che ha cambiato idea. L’errore é fidarsi di quello che dice lo Stato.

Comments

comments