La Champions League si sta avviando verso la conclusione e i tifosi si aspettano ancora qualche sorpresa da qui alla fine. Non sono stati pochi i pronostici sovvertiti nella “Final Eight”. Il calendario del torneo è stato riformulato da tempo e oltre che il Liverpool, eliminato agli ottavi già a marzo, oggi altre big come l’Atletico Madrid e il Barcellona risultano assenti in semifinale. L’Atalanta, unica formazione italiana rimasta in gara ai quarti, è stata invece fatta fuori dal Paris Saint-Germain.

Si ricomincia martedì 18 agosto con la semifinale Lipsia-Paris Saint-Germain. La squadra tedesca, attualmente guidata da Julian Nagelsmann, ha chiuso al terzo posto l’ultima edizione del campionato tedesco e ora punta decisamente sulla Champions. Il Lipsia se l’era vista con Benfica, Zenit e Lione nella fase a gironi, mentre agli ottavi ha superato a sorpresa il Tottenham di Mourinho, ottenendo due vittorie e senza subire nemmeno un goal. Sicuramente si tratta di una delle compagini meno quotate tra quelle rimaste in gioco nel tabellone, ma dopo il successo a sorpresa contro l’Atletico ai quarti tutto è possibile. L’avversario sarà il Paris Saint-Germain, che è rimasto fermo diversi mesi dopo la chiusura anticipata della Ligue 1. I francesi hanno disputato la finale della coppa di nazionale poche settimane fa, vincendo ai rigori e perdendo alcuni elementi importanti della rosa. Ai quarti di finale il passaggio del turno è arrivato con un exploit negli ultimi minuti, ma stavolta i francesi vorranno gestire meglio la partita.

C’è un’altra squadra transalpina che proverà a strappare il pass per la finalissima: si tratta del Lione, che aveva conosciuto un rendimento altalenante in Europa, guadagnandosi il passaggio agli ottavi per il rotto della cuffia. La formazione allenata da Rudi Garcia aveva perso 2 partite nella fase a gironi, vincendone altrettante e conseguendo solo un pareggio all’ultima giornata, tanto quanto bastava per superare lo Zenit sconfitto a sorpresa dal Benfica. Poi è arrivata la vittoria di misura a sorpresa contro la Juventus, tra mille polemiche arbitrali, nella gara d’andata degli ottavi. Come il Paris Saint-Germain, il Lione era stato costretto a smettere di giocare in patria e solo di recente è tornato a scendere in campo per gare ufficiali, ma nonostante la sconfitta rimediata contro i bianconeri nel match di ritorno è arrivato ai quarti di finale, dove ha battuto a sorpresa il Manchester City di Guardiola.

L’avversario del Lione nella semifinale del 19 agosto sarà il Bayern Monaco: i tedeschi hanno vissuto una stagione molto particolare, hanno riconquistato a fatica la vetta della classifica in campionato, riguadagnando anche il tradizionale miglior attacco della Bundesliga e arrivando alla fine nel migliore dei modi, vincendo il titolo nazionale e raggiungendo quota 100 goal. Si tratta chiaramente di un buon momento per il Bayern, tra le compagini più in forma del Vecchio Continente, in questo momento. Basti pensare che sommando goal e assist Lewandowski ha partecipato a tutti i 7 goal siglati tra andata e ritorno contro il Chelsea, agli ottavi. I tedeschi sono dunque saliti in cattedra contro il Barcellona, rifilando a Messi e compagni una batosta storica con il risultato di 2-8.

Insomma, quasi tutte le superpotenze europee candidate alla vittoria finale sono già fuori dai giochi. Neanche a dirlo, oggi il Bayern Monaco è favorito nelle scommesse sulla Champions. Le emozioni, comunque, non mancheranno, anche perché finora il calendario fitto e le diverse preparazioni dei club hanno prodotto molti punteggi interessanti, se non addirittura totalmente inaspettati. Ormai è questione di giorni: fra poco conosceremo il nome della squadra che solleverà la coppa dalle grandi orecchie…

Comments

comments