Illustrationof55_Cancri_e(di Jessica Sabatelli) Non molto lontano dalla Terra, gli astronomi hanno scoperto un pianeta vagante espulso dal suo sistema solare.

 E’ il più giovane tra i pianeti erranti finora scoperti e, in base ai calcoli effettuati dagli studiosi, si trova molto vicino a noi. Fa parte di quell’ammasso chiamato associazione TW Hydrae (TWA), una formazione stellare molto recente (rispetto ad altri agglomerati galattici), a circa 160-180 anni luce dalla Terra.

 Sembra che questo neonato pianeta abbia solo 10 milioni di anni e una massa complessiva tra le 4 e le 8 volte quella di Giove. Questi sono i risultati degli studi effettuati da un gruppo di astronomi della Carnegie Mellon University (USA) e della University of Western Ontario (Canada), che per primi hanno scovato il “piccolo” pianeta solitario.

 PRFahertyGagneJupiterAnalogPic3<<Quando lo abbiamo individuato, grazie al telescopio spaziale WISE, abbiamo dapprima pensato a una vecchia stella, perché l’oggetto emetteva una grande quantità di energia nell’infrarosso, proprio come le stelle vecchie e fredde>>, racconta Kendra Kellogg, uno dei redattori del report originale.

 Considerando, però, la difficoltà oggettiva nel distinguere la luce di una stella lontana con quella, invece, di un pianeta vicino, i ricercatori hanno deciso di adoperare uno dei più potenti telescopi della Terra, il Gemini South Telescope, che si trova nel lontano Cile, per accertarsi della vera natura del corpo celeste.

 <<Grazie a tali osservazioni abbiamo ora la certezza che si tratta di un giovane oggetto in prossimità del nostro Sole, e che non è una lontana stella rossa>> conferma Stanimir Metchev, che è coautore della ricerca.

2MASS J1119-1137 è il nome provvisorio di questo nuovo pianeta errante, che un’ulteriore ricerca effettuata attraverso l’ausilio del Blaade Telescope, sempre in Cile, ha confermato essere nato di un ammasso di una trentina di giovani stelle non molto lontane dal nostro sistema solare.

Sembra che “2MASS J1119…” sia stato espulso dal suo sistema proprio durante il processo di formazione dello stesso e che adesso si trovi a una distanza di circa 95 anni luce dal nostro sole ed è quindi, oramai, ben lontano dal suo luogo natale.

E’ senza dubbio il pianeta più giovane, brillante e vicino a noi finora mai scoperto dagli scienziati.

Questi pianeti vaganti danno agli astronomi la possibilità di studiare in maniera più approfondita, senza l’interferenza della luce di stelle vicine o di altri corpi, quelli che sono dei veri e propri “giganti” raminghi, poiché gassosi, che sopravvivono all’espulsione dal loro sistema madre.

Comments

comments