Full-Moon-Clouds(di Jessica Sabatelli) La Luna ha da sempre affascinato l’uomo grazie alla sua verve misteriosa e particolare: simbolo della notte, di una dimensione altra, della faccia opposta a quella del Sole, ecc.

Moltissimi sono stati i significati attribuitagli nella storia e i ruoli da essa ricoperti: dalla “paladina” delle nascite, padrona delle maree e dei raccolti, al “lato oscuro” di Nemesi, Selene, degli opposti alla luce solare.

Le leggende legate ad un astro così importante non mancano di certo, e molte di queste sono legate a curiose superstizioni e credenze appartenenti alle più disparate culture del globo.

Oggi vi parleremo di questi particolari aspetti, delle convinzioni più fantasiose e particolari, estratti dalla rivista scientifica Focus.

1. Omicidi con la Luna Piena

Un ispettore di polizia inglese, Andy Parr, nel 2007 ha chiesto rinforzi per pattugliare le strade della sua città nelle notti di Luna Piena. Parr è convinto che durante questo particolare fenomeno, associato alla Luna, le attività di criminalità aumentino esponenzialmente:

 << In base alla mia esperienza quasi ventennale come pubblico ufficiale, posso affermare che nelle notti di Luna piena ci imbattiamo in persone con strani atteggiamenti, nervose e attaccabrighe >>, ha dichiarato alla BBC.

L’ispettore non è stato l’unico a segnalare questi particolari fenomeni ed è stato condotto anche un esperimento che ha dimostrato una reale incidenza di episodi violenti concentrati, in particolare, nel periodo del plenilunio.

Diversi studiosi, però, affermano che questo fenomeno sia assolutamente falso e che le ricerche condotte a riguardo non siano state complete, e che non siano affatto scientificamente attendibili

2. Luna e Follia

Alla povera Luna è stata anche associata la comparsa di numerosi episodi legati alla sfera delle malattie e a quella mentale: comparsa di epilessia, paranoia, depressione, cattivo umore. Un ruolo da antagonista, complice dell’oscurità, che molto spesso ha visto la Luna protagonista assoluta nella storia.

C’è stato chi ha cercato di spiegare questi misteriosi fenomeni attraverso delle vere e proprie indagini scientifiche: Arnold Lieber, è stato uno studioso che ha dedicato la sua vita a verificare o sfatare miti e leggende legate alla figura lunare. Lieber, in questo caso, ha esaminato 25 mila emergenze psichiatriche avvenute nell’arco di 13 anni, in corrispondenza del plenilunio.

In conclusione, Lieber ha scoperto che la maggior parte di questi casi si verificava proprio in corrispondenza della Luna Piena.

Ma, il mondo scientifico ha risposto chiaramente: anche questo è un fenomeno falso, poiché l’unica forza che la Luna esercita in questi casi è quella della suggestione! E uno studio del 2004 ha dimostrato che i casi epilettici studiati aumentati durante il plenilunio, si sono rivelati tutti finti, cioè, alimentati da una psicosi che faceva credere ai pazienti di essere vittime del potere lunare.

3. Luna Piena e Terremoti

Nel 1964 un terremoto di magnitudo 9.2 ha colpito l’Alaska: più di 130 sono morte sotto alle macerie o per colpa del maremoto conseguito alla scossa. La Terra ha iniziato a tremare proprio in corrispondenza dei momenti di alta marea, collegata alle fasi lunari.

Nel 2004 una scossa di circa pari magnitudo vicino l’isola di Sumatra, in Indonesia, ha provocato onde di 30 metri che hanno travolto le coste di Indonesia, Sri Lanka, Birmania, India, Thailandia, Bangladesh e Maldive, arrivando fino sulle coste di Somalia e Kenia. Anche se era mattina, la Luna era piena.

La comunità scientifica afferma che queste coincidenze sono incerte: la verità è che gli scienziati non lo sanno, e per quanto ne sappiamo potrebbe essere un fenomeno reale. Sembrerà dai risvolti apocalittici, ma l’idea di un contributo dell’allineamento Terra-Luna-Sole all’innesco di un sisma è considerata con attenzione dalla scienza – non dimentichiamo la forza che la Luna esercita proprio sulle maree.

4. Figli della Luna

Sembra che il nostro amato satellite sia capace di rendere una donna più fertile durante il plenilunio e, quindi, di favorire la fase di concepimento. Questa credenza era forte nella leggendaria civiltà Babilonese e dopo ben 5000 anni c’è ancora chi la pensa esattamente così. Sarà vero?

Eugen Jonas, medico slovacco, era anch’esso convinto di ciò e negli anni ’50, elaborò un metodo di controllo delle nascite in base alle fasi lunari. Secondo il medico, una posizione favorevole della Luna avrebbe, addirittura, potuto permettere ad una donna sterile di rimanere incinta se avesse concepito nel momento giusto. Lo stesso metodo, veniva usato sia per prevedere il sesso del bambino che per evitare gravidanze indesiderate!

Ma cosa dice la comunità scientifica? Tutto falso. I parti e i concepimenti non vengono influenzati dalle fasi lunari.

Si tratta, semplicemente, di una banale coincidenza: il mese lunare dura circa 29 giorni, poco più del ciclo mestruale femminile di circa 28 giorni.

Ma esiste davvero qualcuno che si riproduce con la grazia del nostro satellite: in Australia, nella Grande Barriera, nelle notti di plenilunio i coralli iniziano a riprodursi in massa e completamente sincronizzati. Un “ritmo” speciale che colpisce i fotorecettori dei coralli, sensibili alle lunghezze d’onda emesse dalla Luna.

Comments

comments