meteoriminiRimini – Dopo l’annuncio di Federalberghi contro le previsioni meteo commerciali, spesso sbagliate e colpevoli di terrorizzare i turisti che, prima di partire, consultano il meteo e poi cancellano le prenotazioni, l’AIA Associazione Albergatori di Rimini passa all’attacco.

In una conferenza stampa organizzata oggi al Grand Hotel di Rimini, la presidente dell’AIA Patrizia Rinaldis annuncia provvedimenti per salvare il turismo romagnolo e la categoria degli albergatori da quello che sta diventando un fenomeno davvero grave con ricadute estremamente negative sul turismo.

L’AIA annuncia l’avvio di una procedura di mediazione (D.Lgs. 28/2010) nei confronti dei principali siti web meteo commerciali. Al tavolo della mediazione, grazie ad un mediatore professionista, si cercherà di confrontarsi sul problema e raggiungere un accordo per arginare i danni patiti ed evitarne altri futuri se questo stato di cose non cambierà. In caso di esito negativo della procedura di mediazione, si passerà alla causa civile e quindi il tutto verrà posto alla decisione di un Giudice.

La scelta della mediazione come primo passaggio è dovuto al carattere di urgenza, visti i danni già lamentati dagli albergatori. Una procedura di mediazione, infatti, garantisce tempi molto più ristretti (3 mesi al massimo) mentre una causa civile dura anni.

Per questo motivo sottolinea la Rinaldis “dalle parole ai fatti, per la prima volta a livello Nazionale si attiva una vera azione legale che convoca davanti all’organismo di mediazione i siti commerciali di meteo più consultati. Inoltre ci  riserviamo anche un’azione civilistica secondo all’art. 2043, il quale stabilisce che “qualunque fatto doloso o colposo, che cagiona ad altri un danno ingiusto, obbliga colui che ha commesso il fatto a risarcire il danno”.
Ricorreremo anche all’intervento di enti pubblici, come l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato che dovrebbe esaminare la situazione sia sotto il profilo della pubblicità ingannevole, sia sotto il profilo generale dello svolgimento di pratiche commerciali scorrette a danno dei consumatori, appoggiando quindi l’ iniziativa dei parchi tematici.
Chiederemo in merito un intervento  di carattere normativo  urgente al Governo.

Il nostro obiettivo è un effetto domino in tutta Italia e come dice il Presidente Federalberghi Nazionale Bernabò Bocca: “Il nostro è un paese Turistico, non può essere messo in crisi da previsioni meteo fuorvianti”.

«Vogliamo prenderci cura dei nostri ospiti –sottolinea Patrizia Rinaldis, presidente dell’Associazione Albergatori di Rimini- ben prima che arrivino da noi, attraverso una comunicazione corretta, precisa ed aggiornata della situazione meteo. Li invitiamo pertanto a chiamare direttamente gli albergatori, e a consultare i siti meteo istituzionali: quello dell’Aeronautica Militare (www.meteoam.it) e quello di Arpa Emilia Romagna (www.arpa.emr.it).

 

Comments

comments