enfield-poltergeist(di Giulio Perrotta) Il “poltergeist di Enfield” fu un caso molto famoso nel Regno Unito alla fine degli anni ’70 del XX secolo.

In particolare, un’entità invisibile, tra il 1977 e il 1978 (e pochi episodi nel 1980) si manifestò a casa di Peggy Hodgson, una signora divorziata con quattro figli, tutti tra i sei e i quattordici anni, all’epoca dei fatti.

Si assistette alle attività classiche dei “Poltergeist”: oggetti e mobili che si muovevano nella casa; rumori notturni e voci profonde; attività psicocinetica tale da far sollevare dal pavimento le persone.

Tutto questo, sotto gli occhi di decine di testimoni e telecamere, tra cui giornalisti della BBC, forze dell’ordine ed esorcisti. Il materiale tecnico prodotto è davvero impressionante, tra nastri di registrazione, audio e video.

Cosa c’è di vero?

E’ difficile dirlo, in quanto gli episodi cessarono e alcuni fenomeni furono (per ammissione degli stessi protagonisti) auto-prodotti per mantenere alta l’attenzione sulla vicenda.

Il caso è  però ancora aperto nonostante le parziali ammissioni, derivate dal fatto che decine di testimoni assistettero alla lievitazione di oggetti, rumori molesti e presenze inquietanti.

Giudicate voi stessi:

 

Enfield1977

enfield-poltergeist (1)

poltergeist

poltergeist-di-Enfield-03

 

 

 

 

 

 

 

 

Una buona rappresentazione, seppur romanzata, è narrata nella pellicola cinematografica “The Conjuring 2”, di recente uscita, dove la responsabilità viene imputata alla presenza di un demone che voleva la vita di una delle figlie, spesso preda di possessione e cambi di voce.

Il caso resta ancora aperto.

 

Comments

comments