FondiE’ un fine settimana altamente redditizio in termini di risultati, quello appena archiviato dalla scuderia Pistoia Corse. Impegnato sugli asfalti del Campionato Italiano Rally e sul tracciato della Coppa Italia Porsche, il sodalizio toscano è riuscito ad elevarsi grazie alle ottime performance dei suoi portacolori.

Ad arricchire la bacheca della sede di Sant’Agostino è stato il successo conseguito da Luca Panzani nel confronto riservato al Trofeo Renault Twingo Top, di scena sulle strade del Rallye Sanremo, secondo appuntamento di Campionato Italiano Rally.

Al volante della Renault Twingo R2B messa a disposizione da Gima Autosport, affiancato da Sara Baldacci, Luca Panzani è riuscito a concretizzare una tattica prudente e volta al raggiungimento di punti che potrebbero rivelarsi fondamentali in ottica campionato. Una condotta valsa anche la terza posizione tra gli iscritti al Campionato Italiano Rally Junior.

 Soddisfazioni anche dai chilometri della Coppa Italia Porsche, dove il pilota Maurizio Fondi ha colto la seconda posizione assoluta al volante della Porsche 997 GT Cup del team Vago Racing, sul tracciato dell’Autodromo di Imola.

Partito dalla prima fila, grazie al secondo miglior tempo fatto registrare durante le prove di qualifica, il chirurgo aglianese è riuscito a confermarsi in posizione d’onore in entrambe le manche di gara, battagliando con i diretti avversari e portandosi addirittura al comando per tre giri in Gara 1. Una leadership compromessa, tuttavia, da una problematica all’ABS costato un “dritto” ed il sorpasso dell’inseguitore.

Gara numero 200, da dimenticare, per Iacopo Innocenti. A tradire il copilota pistoiese, chiamato ad assistere Max Giannini sulla Peugeot 208 R2B, è stato il ritiro occorso nel secondo giorno di gara del Rallye Sanremo.

Un’uscita di scena maturata a seguito delle problematiche riscontrate in ambito di scelta di gomme, particolare che ha attardato l’equipaggio dalle posizioni di vertice nella classe delle “erre” da 1600 cc. Un ritardo reso ancora più marcato dalla foratura accusata nella speciale “Ronde” di venerdì sera.

Sfortunati ritiri anche per Alessio Landini e Alessandro Mencherini, fuori causa dalla Liburna Ronde Terra a seguito di un’uscita di strada della loro Suzuki Swift S1600 nella seconda prova speciale e per Thomas Kolb e Gabriele Sacchi, ritiratisi ad un passaggio dal traguardo che attendeva la loro Renault Clio N3, usata per la prima volta

Comments

comments