ATT2Pietro Peccenini ha concluso il VdeV 2017 all’Estoril con una vittoria entusiasmante nella categoria dei gentleman driver ottenuta a suon di sorpassi nella gara-3 del Challenge Monoplace al volante della Formula Renault 2.0 gestita dalla TS Corse. Uno “squillo” finale che ha esaltato la grinta del pilota milanese classe ’73, mai domo nell’appuntamento finale disputato sul circuito portoghese in condizioni meteo sempre insidiose a causa della pioggia. La vittoria di gara-3 ha fatto seguito al podio conquistato in gara-1 (3° di categoria) e alla rimonta cercata in gara-2 (6°) ma resa impossibile da un contatto con un avversario nel quale Peccenini è attore incolpevole.

Il Trofeo Gentleman Driver ha infatti vissuto un weekend di grandi battaglie che hanno sempre visto protagonista il portacolori della scuderia lombarda, autore di sorpassi esaltanti nel tentativo di rimonta sul bagnato delle due corse disputate sabato. Ma in particolare al secondo giro di gara-3 Peccenini ha dato spettacolo con una doppia manovra all’esterno della prima curva e poi sul leader di campionato che gli ha consentito di sopravanzare i diretti avversari, passando di forza da 3° a 1° e involandosi verso la vittoria. Il risultato più importante non è bastato per conquistare il titolo Gentleman, sfuggito soltanto per una manciata di punti, ma ha ancora una volta sottolineato l’attitudine del driver milanese e della squadra diretta da Stefano Turchetto a non arrrendersi mai, tanto che è già in pieno fermento il lavoro ai programmi sportivi della prossima stagione.

Peccenini ha commentato così nel post-gara al rientro in Italia: “Torniamo da Estoril a testa alta e con una bella vittoria che riscatta un sabato complicato, dove però abbiamo superato pure il leader assoluto del campionato, e che conferma quanto di buono avevamo fatto vedere venerdì nelle prove libere sull’asciutto. In realtà anche gara-3 è stata difficile perché c’erano ancora diversi tratti molto umidi per le gomme slick, ma abbiamo ugualmente visto il secondo posto in campionato dal gradino più alto del podio. Peccato per non essere riusciti a confermarci nel Trofeo Gentleman Driver, potevamo farcela, però tutto è utile per fare esperienza contro una concorrenza così agguerrita. Abbiamo sempre lottato, anche in questo ultimo appuntamento davvero ‘schizofrenico’ e in balia delle bizze del meteo. Veniamo da tre stagioni su ottimi livelli e siamo già pronti a ripartire per la prossima con tre giorni di test a Barcellona in dicembre, perché non si molla niente. A gennaio saranno poi nove anni di matrimonio con la TS Corse, un team di fuoriclasse e che saprà andare lontano. Un pensiero particolare alla mia famiglia che mi è sempre vicina e un grazie a mio padre che mi sostiene in questa folle avventura”.

Comments

comments