Dal 2008 attivo nello studio e nell’analisi delle modalità di gestione delle controversie con metodi alternativi alla giustizia ordinaria, il dott. Ivan Giordano, dell’economia e dell’impresa, direttore scientifico e responsabile dell’Organismo ICAF – Istituto di Conciliazione e Alta Formazione di Milano accreditato al Ministero della Giustizia, è riuscito a riunire i patrocini della Provincia di Milano, del Comune di Milano e 21 comuni della Regione Lombardia, di autorevoli enti di formazione regionali, editori, movimenti civici, sindacati di Polizia, associazioni di categoria, ordini professionali, tutti uniti nel sostenere che “Conciliare Conviene”.

Il 26 novembre 2012 infatti presso l’autorevole aula consiliare della Provincia di Milano si terrà il Forum Nazionale dei Mediatori e degli Organismi di Mediazione.

Presenti all’iniziativa la dott.ssa Irene Gionfriddo, portavoce del Forum, e il dott. Giammario Battaglia coordinatore nazionale, che con il Dott. Ivan Giordano ed altre autorevoli esponenti della mediazione civile in Italia, stanno da mesi collaborando riunendosi periodicamente presso la Camera dei Deputati per la divulgazione della cultura e della conoscenza di questo innovativo strumento per risolvere le controversie.

E’ prevista la partecipazione al Forum di onorevoli e senatori che hanno da sempre creduto in questo importante istituto come strumento utile all’economia, all’imprenditorie e in generale alla società civile.

Dalla conferenza stampa tenutasi presso l’”Aula degli Orologi” della Provincia di Milano è emerso che la mediazione civile è la risposta ad un’esigenza della popolazione, del mondo delle imprese e delle libere professioni, e degli enti pubblici, come peraltro previsto della circolare 09/2012 della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Anche la recente riforma in materia di condominio disciplina in modo dettagliato la modalità operative a cui amministratori e condomini devono attenersi.
Il dott. Ivan Giordano: “la mediazione civile è uno strumento che  cittadini,  imprese ed  enti pubblici hanno già a disposizione da due anni e che purtroppo spesso non conoscono;  più del 60% degli oltre 100 procedimenti di mediazione che ho gestito nel 2012 come mediatore si sono conclusi con accordo e con ampia soddisfazione delle parti” e continua “quando le parti in mediazione trovano soddisfazione sono i primi promotori di questo valido strumento sul territorio”. Il dott. Giordano sottolinea inoltre “la responsabilità dell’insufficiente conoscenza della mediazione civile è di noi tutti e delle istituzioni: le parti arrivano in mediazione e spesso non sanno che grazie ad un sistema di crediti d’imposta IRPEF ed IRAP per controversie fino a €.10.000,00 la mediazione può essere gratuita”.

Comments

comments