E’ stata presentata presso il Museo Civico Medievale di Bologna la mostra Medioevo svelato. Storie dell’Emilia-Romagna attraverso l’archeologia.
La grande esposizione, visibile dal 17 febbraio al 17 giugno 2018, racconta in modo inedito e originale le vicende con cui Goti, Longobardi, Bizantini e nuovi centri di potere (castelli, monasteri, edifici di culto e Comuni) hanno scritto la storia dell’Emilia-Romagna nella delicata fase di passaggio dalla Tarda Antichità (IV-V secolo) al pieno Medioevo (inizi del Trecento), indagando le trasformazioni avvenute in ogni aspetto della vita politica, economica, sociale e culturale di questo territorio e delle sue città.

Una selezione di oltre 300 reperti, recuperati dalle intense ricerche archeologiche condotte in regione negli ultimi 40 anni, consentirà di compiere un affascinante viaggio nel tempo di quasi un millennio, documentando con nuove chiavi di lettura questo lungo e complesso percorso storico che rappresenta un momento decisivo nella costruzione di nuovi assetti di potere e nuove identità.

Molteplici sono gli strumenti di mediazione e approfondimento a disposizione del pubblico durante il periodo di apertura dell’esposizione: visite guidate, conferenze e una rassegna di film ispirata all’età medievale, curata dalla Fondazione Cineteca di Bologna.

La mostra è promossa da Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara e Istituzione Bologna Musei | Musei Civici d’Arte Antica nell’ambito del programma culturale 2200 anni lungo la Via Emilia che celebra la fondazione delle colonie romane di Reggio Emilia, Parma e Modena.
Grazie a una convenzione tra i comuni che aderiscono al progetto 2200 anni lungo la Via Emilia, per i possessori della Card Musei Metropolitani Bologna è previsto l’ingresso a tariffa ridotta per le mostre Mutina splendidissima (Modena, Foro Boario, fino all’8 aprile 2018) e On the road. Via Emilia 187 a.C. – 2017 (Reggio Emilia, Palazzo dei Musei, fino al 1 luglio 2018),
La tariffa ridotta è inoltre riconosciuta a tutti coloro che presentano un biglietto di ingresso per il Museo Archeologico Nazionale di Parma.

L’inaugurazione si svolge venerdì 16 febbraio alle h 18.00, con ingresso libero.

Comments

comments