Nonostante le forze di polizia fossero state allertate da una lettera di sfida, a nulla è servito mettere in campo un nutrito numero di agenti né affidarsi ai più moderni e complessi sistemi di sicurezza. Lupin III, altrimenti noto anche come il ladro gentiluomo, è riuscito a rubare il prezioso gioiello della corona della regina del Leoburgo, antico regno dell’Europa centrale, in mostra per un mese presso il museo cittadino. Diversi testimoni hanno confermato la presenza della banda al completo: sia Jigen che Goemon avrebbero avuto un ruolo essenziale per consentire a Lupin di mettere le mani sul noto prezioso, stimato per diversi milioni di euro. A bordo di una cinquecento parcheggiata all’esterno, Fujiko li attendeva per dar vita a un fuga rocambolesca tra le vie della metropoli. Nessun commento da parte dell’Ispettore Zenigata, apparentemente furioso per non essere riuscito neanche stavolta ad arrestare il criminale più ricercato al mondo.

Tornano le avventure del ladro gentiluomo più famoso al mondo. Lupin the third, o come è meglio noto in Italia Lupin terzo, arriva sul mercato dell’home video con la sua seconda stagione composta da 155 episodi divisi in tre box da sei dischi l’uno, distribuiti da Koch Media e firmati da Anime Factory e da Yamato Video.

Nato dalla fantasia di Monkey Punch, nome d’arte di Kazuhiko Kato, artista morto lo scorso anno e da sempre legato al nostro paese, la storia racconta le vicende di Lupin III, distinguibile in questa serie per la giacca rossa, e della sua banda di amici: da una parte Jigen, pistolero dalla mira infallibile capace di colpire una moneta da grande distanza, dall’altra Goemon, samurai appartenente a un’antica famiglia abilissimo con la sua katana capace di tagliare ogni materiale. Con loro anche la bellissima Fujiko, tallone di Achille per Lupin, pronta a tradire il trio per il proprio tornaconto personale. Antagonista della storia lo sfortunato Zenigata, agente che ha dedicato la propria vita alla cattura del noto lestofante.

Il successo di Lupin III è stato enorme: le sue avventure hanno incantato generazioni di spettatori conquistandosi anche alcune prime serate sulle reti nazionali, cosa alquanto rara. Merito della capacità di essere spensierato, divertente, avventuroso, ricco d’azione ma anche di saper affrontare temi delicati e sensibili, spesso maturi, in maniera davvero intelligente e arguta. Un successo che ha dato spazio a puntate ricche di citazioni e di riferimenti esterni o che hanno visto alla regia grandi nomi: basti pensare alle puntate dirette da Hayao Miyazaki, forse il più amato regista di sempre nel campo dell’animazione.

Con una traccia audio 2.0 pcm, la serie presenta il doppiaggio storico italiano o la versione in giapponese con la possibilità di integrare il tutto con sottotitoli fedeli all’originale. A impreziosire i tre cofanetti ci sono altrettanti booklet di 36 pagine contenenti le sinossi dei diversi episodi, immagini e disegni preparatori.

Lupin the third – La seconda serie è di fatto un prodotto capace di coinvolgere sia i ragazzini di oggi che quelli di ieri, godendo di un ampio bacino di utenza non solo tra quanti hanno la passione per le serie animate giapponesi ma anche per tutti coloro che sono cresciuti appassionandosi alle avventure del più amato ladro gentiluomo.

Gianfranco Broun

Titolo: Lupin the third – La seconda serie

Distributore: Koch Media

Comments

comments