convegnoicafMilano 20.02.2015 – Urban Center gremito in una Milano ormai assediata dai turisti desiderosi di scoprirla in vista dell’attesissimo Expo 2015. Il viavai in Galleria Vittorio Emanuele ieri (19 febbraio) era frenetico e in tanti si sono fermati incuriositi davanti al Centro Congressi Urban Center a chiedere cosa stesse avvenendo.

Deve essere un convegno davvero importante“, commenta un passante nel vedere il pienone di gente che ha riempito per tutto il giorno i tre piani della prestigiosa struttura comunale posizionata nel cuore pulsante della città.

Un pubblico attento, interessato e partecipativo, quello che ha assistito quasi senza sosta dalle 9 alle 18 al workshop “Mediazione Civile e Strumenti ADR” organizzato dal Dipartimento di Mediazione Tributaria e per l’Impresa dell’Osservatorio sull’uso dei Sistemi ADR, in collaborazione con il Comitato Consumatori & Imprese e con ICAF, Istituto di Conciliazione e Alta Formazione, uno degli organismi leader a Milano e Lombardia per la riconosciuta qualità del servizio di mediazione.

L’evento si è sviluppato in più tavoli di lavoro presieduti da autorevoli esperti del mondo giuridico, economico e della mediazione.

A fare da padrone di casa il dott. Ivan Giordano, presidente di ICAF, il quale con il suo team ha coordinato alla perfezione un evento destinato a rimanere tra i migliori in Italia per la qualità dei contenuti e per il taglio decisamente pratico, dialogico e costruttivo con il quale è stato impostato.

Numerosi relatori hanno portato esempi concreti e analizzato casi specifici sulla mediazione civile, impiegata nelle diverse materie. Oltre al dott. Ivan Giordano sono intervenuti fra i tanti ospiti, l’avv. Luca Maria Faotto, l’avv. Alberto Mannello, l’avv. Gerardo Iorlano, l’avv. Enrico Sirotti Gaudenzi, l’avv. Patrizia Altomano, il notaio Giovanni Ricci, il dott. Leonardo Barella, la dott.ssa Federica Fullin (vera mente creativa e organizzativa del workshop) e il dott. Salvatore Primiceri.

Oltre agli ospiti “tecnici” hanno partecipato all’evento i rappresentanti istituzionali dell’Osservatorio ADR, la dott.ssa Francesca Tempesta, il dott. Giammario Battaglia e il dott. Oronzino Tramacere, quest’ultimo anche in rappresentanza del Comune di Lecce, uno dei comuni soci fondatori dell’Osservatorio ADR, fondazione di diritto pubblico di ricerca per l’innovazione sociale.

E proprio il dott. Giammario Battaglia ha annunciato, in un applaudito discorso, numerose novità tra i quali l’investimento su progetti per insegnare la mediazione nelle scuole, la produzione di un gioco in scatola dedicato alla mediazione da distribuire nelle scuole e altri due grandi convegni, uno a Roma alla Camera dei Deputati e uno a Lecce, in settembre, che probabilmente sarà ospitato nel prestigioso Castello Carlo V della città barocca.

All’evento erano presenti i ragazzi di due istituti scolastici di Limbiate (MB) e Bollate (MI), i quali hanno partecipato alla Learning Week dedicata alla mediazione, ovvero una settimana di scuola interamente dedicata alla mediazione, non solo teorica ma con tanto di simulazione finale di un procedimento di mediazione. “Abbiamo imparato qualcosa di bello, giusto, che ci servirà nella vita a prescindere dalla professione che sceglieremo“, è stato il commento dei ragazzi entusiasti di aver partecipato al progetto, le cui lezioni sono state tenute dal dott. Ivan Giordano, dalla dott.ssa Federica Fullin e, per la parte sulla comunicazione, dal dott. Salvatore Primiceri. L’esperienza della Learning Week è stata raccontata in un video di prossima diffusione e che è stato anticipato in visione durante il convegno.

L’evento di Milano quindi non ha richiamato solo avvocati ma moltissime categorie professionali e numeroso pubblico esterno tra i quali insegnanti, giovani studenti e cittadini.

Una sfida vinta su tutta la linea, quindi, quella di ICAF, che da sempre punta alla divulgazione della mediazione in tutti i settori della società, grazie all’attività di apertura di sportelli informativi gratuiti a Milano e presso gran parte dei comuni lombardi.

Durante i lavori “tecnici” sono emersi vari argomenti. Tra i più partecipati l’intervento del notaio Giovanni Ricci, il quale ha chiarito numerosi dubbi circa il ruolo notarile in alcune procedure di mediazione (fra le quali l’usucapione), il dott. Barella per la mediazione condominiale e l’avv. Altomano per quanto riguarda le controversie della pubblica ammnistrazione e la diffamazione a mezzo stampa. Molto sentita anche la questione del credito e delle mediazioni che vedono coinvolte banche e imprese o cittadini. L’argomento è stato trattato dall’avv. Enrico Sirotti Gaudenzi, esperto in materia bancaria e autore di un recente volume di successo.

Soddisfazione generale per la piena riuscita dell’evento è stata espressa dal dott. Giordano e da tutti i partecipanti. La mediazione, quindi, è un argomento che sta entrando sempre di più nel tessuto sociale. La speranza è che diventi presto uno strumento pienamente conosciuto e sfruttato nelle sue migliori caratteristiche per una giustizia giusta che metta al centro i bisogni delle parti, fuori dalla logica dello scontro in tribunale.

(R.L.)

 

Comments

comments