Il più grande sindacato dei lavoratori del casinò degli Stati Uniti (Unite Here) sta chiedendo ai regolatori del gioco d’azzardo di difendere i dipendenti dalla negligenza di hedge fund o società di private equity che cercano rendimenti a breve termine dalla proprietà del casinò. Unite Here avvicinato regolatori del gioco d’azzardo in 3 stati mercoledì, chiedendo loro di tenere a mente i lavoratori quando valutano l’approvazione di aziende di Wall Street per la proprietà o la gestione dei casinò. La richiesta è stata fatta alle autorità di regolamentazione in New Jersey, Nevada e Ohio. Bob McDevitt, Presidente del sindacato a Atlantic City, ha detto che la proprietà del private equity è stata disastrosa per l’industria del casinò della sua città, con perdite di posti di lavoro attribuibili alle imprese che cercano profitti a breve termine. Inoltre il sindacato ha fatto notare che tra breve apriranno i IRカジノ, ovvero le casino resort giapponesi e attireranno i lavoratori più capaci.

Ha citato i componenti della proprietà di private equity della Caesars Entertainment, che possiede i casinò di Caesars, Harrah e Bally ad Atlantic City, e la MGM Resorts International, proprietaria della gruppo Borgata. Ha detto che queste aziende premiano la rapida estrazione dei profitti dalle proprietà a vantaggio degli investitori, spesso a scapito dei lavoratori e delle loro comunità. Caesars Entertainment, per esempio, ha chiuso il redditizio casinò Showboat a Atlantic City nell’anno 2014 perché non è stato ritenuto abbastanza redditizio. Siamo stati devastati, ha detto Cindy Pemberton, che ha lavorato al Showboat per 27 anni. Nessuno avrebbe mai pensato che un casinò redditizio avrebbe chiuso.

Molti dei miei colleghi non hanno mai trovato posti di lavoro. Alcuni hanno perso le loro case e devono affidarsi all’assistenza statale per ottenere attraverso.  “. McDevitt ha detto che il private equity è stato un disastro per Caesars Entertainment, i lavoratori e per Atlantic City. Nessuno deve avere una licenza per togliere i soldi dalla tasca di qualcuno. Siamo stati su questa strada prima. I casinò erano chiusi e migliaia di posti di lavoro erano persi. Non vogliamo passare attraverso altri cinque-dieci anni di lavori scomparsi in modo che pochi uomini possano  guadagnare soldi.  “. Ha citato diverse ultime transazioni in cui hedge fund o investitori di private equity sono stati in grado di influenzare i cambiamenti di vasta portata nelle società di casinò, mantenendo relativamente piccole percentuali delle imprese, tra cui Carl Icahn vincendo 3 posti nel consiglio di amministrazione di Caesars e così guadagnando il diritto di scegliere il suo prossimo CEO.

Sotto il controllo di Apollo Global Management e TPG Capital a seguito di un buyout con leva finanziaria nel 2008, McDevitt ha detto che Caesars è stato lasciato un livello disastrosi di debito che si è conclusa nel fallimento della società del casinò. Sto ancora aspettando un singolo cappotto di vernice nuova a Bally, McDevitt ha detto. La società possiede oltre 50 casinò. I messaggi che cercano commenti da MGM, Caesars Entertainment e Icahn non sono stati immediatamente restituiti mercoledì. Come recentemente 2010, 9 dei 11 casinò operanti a Atlantic City erano di proprietà di hedge fund o società di private equity. Quattro di loro la Showboat, l’Atlantic Club, Trump Plaza e il Trump Taj Mahal sono stati chiusi, anche se il Taj Mahal è stato acquistato da Hard Rock e riaperto la scorsa estate. McDevitt ha detto che i regolatori di stato del casinò hanno il potere e la responsabilità di tenere a mente i dipendenti quando approvano le richieste di modifica della proprietà o della gestione effettuate dai proprietari aziendali dei casinò.

Comments

comments