assicurazioniviaggioL’autunno è ormai arrivato e le trasferte fuori casa diventano più insidiose: la bella stagione ormai alle spalle apre le porte al tempo rigido e freddo e conseguentemente a malanni stagionali, febbri e altre piccole patologie sempre in agguato. È anche per questi motivi che viene stipulata l’assicurazione viaggio, una polizza in grado di coprire e tutelare la nostra salute – e non solo -durante una vacanza o un viaggio di lavoro.

L’assicurazione viaggio per la tua vacanza  è un’ottima compagna di avventure per partire sereni senza alcun genere di problema. Ora come ora partire senza la polizza viaggio è un errore da non commettere: un qualsiasi imprevisto può infatti trasformarsi in un grave danno non solo per la salute, ma anche per il portafoglio, dal momento che la copertura sanitaria varia da Paese a Paese e può quindi essere piuttosto limitata.

Una assicurazione di viaggio è utile in Europa ma diventa assolutamente indispensabile quando ci si trova in Paesi come Stati Uniti, Canada e Giappone, che hanno un sistema di assistenza sanitaria molto diverso da quello italiano. È bene ricordare, infatti che, in alcune parti del mondo, senza la propria assicurazione viaggio o polizza sanitaria si rischia di pagare cifre molto elevate per terapie e medicine, nonostante spesso si tratti di una pratica semplice o di un controllo base.

Assicurazione viaggio per la vacanza negli Stati Uniti

Una delle mete più ambite dai viaggiatori negli ultimi anni sono sicuramente gli Stati Uniti, tuttavia è un fatto assodato che, se ci si vuole recare negli USA, è necessario essere preparati con un’ottima assicurazione viaggio, in modo da poter beneficiare della copertura sanitaria e non rischiare di pagare le altissime parcelle del sistema medico statunitense. La polizza viaggio dà inoltre la possibilità di sottoscrivere garanzie aggiuntive personalizzabili in base alle necessità di ogni viaggiatore.

Un consiglio importante è quello di verificare l’assicurazione viaggio osservando in modo particolare il massimale delle spese mediche e la franchigia. L’equazione per l’assicurazione ideale è semplice: buon massimale, possibilmente illimitato per gli Stati Uniti, franchigia bassa e spese di rientro garantite.  Sul mercato ormai si trovano offerte per tutte le tasche ma non badate solo al prezzo  per scegliere un’assicurazione che sia tarata sulle proprie specifiche esigenze.

Comments

comments