Sono ancora moltissimi i problemi causati dal passaggio della tv analogica al digitale terrestre. Qualità della ricezione a picco dopo il passaggio generale al digitale: i Consigli regionali e il coordinamento dei Corecom sollecitano l’intervento del Ministero dello sviluppo economico. Un incontro urgente è stato chiesto al ministro Passera dal referente nazionale per la comunicazione della Conferenza dei presidenti delle Assemblee legislative, Onofrio Introna.

“La transizione al digitale terrestre sta provocando disagi in quasi tutta Italia”, osserva il presidente del Consiglio regionale della Puglia, interprete delle disfunzioni che si verificano dovunque. “Attraverso le Associazioni dei consumatori – segnala Introna al ministro – i Comitati regionali per le comunicazioni raccolgono le proteste di tantissimi cittadini e di intere comunità, soprattutto nel Mezzogiorno. Pressochè l’intero Paese lamenta disfunzioni che arrivano in non pochi casi ad impedire o a cancellare del tutto la visione dei programmi preferiti”. Tanto vale, in particolare, per Rai e Mediaset, ma anche per La7 e le antenne private locali e “comporta di fatto un parziale, quando non totale, black out dell’informazione. Un deficit di democrazia, una situazione “inaccettabile”, fa notare il presidente pugliese, “tanto più di fronte alla corresponsione di canone da parte degli utenti, come accade per il servizio pubblico”.

“Il tavolo col ministro – anticipa Introna – servirà a rappresentare le doglianze infinite dei cittadini”: assenze di segnale, canali introvabili, confusione delle frequenze, problemi di sintonizzazione, disturbi e interferenze di ogni genere. “Il passaggio al digitale è stato gestito dal Governo nazionale e le Regioni lo stanno subendo. In materia non hanno competenze, possono giocare solo un ruolo di supporto, di assistenza agli utenti e di sollecitazione, come intendiamo fare contando sulla sensibilità del ministro Passera”, aggiunge il referente dei Consigli regionali.

Da qui, “in considerazione delle difficoltà generalizzate dopo lo switch off in tutto il Paese, l’esigenza di un confronto urgente a Roma, d’intesa con il Coordinamento nazionale dei Corecom, allo scopo di verificare ogni opportuno intervento si renda necessario per superare o limitare i disagi degli utenti”.

PARLIAMONE A L’ALTRAPAGINA: Cosa ne pensate? Quali disagi state incontrando col digitale terrestre? Utilizzate il Vs. account Facebook per commentare oppure registratevi gratuitamente al sito.

Comments

comments