Il tacco basso è la soluzione ideale per tutte le donne che hanno il desiderio di apparire eleganti ma non vogliono soffrire più di tanto in cima a trampoli che rischiano di metterle a disagio. Recuperando una moda in voga negli anni Cinquanta e negli anni Sessanta del secolo scorso, i tacchi bassi oggi si ispirano ai modelli più amati da Audrey Hepburn, vale a dire i tacchi a rocchetto, noti anche con il nome di kitten heels. Ma non ci sono solo i tacchi a rocchetto tra i modelli bassi che permettono di sollevarsi di qualche centimetro da terra senza rinunciare al comfort e alla praticità; insomma, ci si può sbizzarrire tra soluzioni per tutti i gusti, con proposte adatte anche a occasioni importanti.

Non solo tacchi a rocchetto

Al di là dei già menzionati kittel heels, che si contraddistinguono per la loro forma decorativa e per la loro attenzione alla grafica, è bene conoscere i tacchi quadrati, che avevano conosciuto un notevole successo in passato e che sono tornati in auge da poco tempo. Si tratta di tacchi piuttosto bassi, o comunque di media altezza, che presentano una pianta squadrata che è sinonimo di comodità. Lo spessore del tacco può variare, ovviamente, a seconda dei modelli; tra le scarpe da  donna da cerimonia con tacco basso ci sono anche quelle con un tacco dalla forma simile a quella di uno stiletto ma dalla lunghezza inferiore.

I kitten heels e le altre proposte

Quali sono le ragioni per le quali si dovrebbe puntare sui kitten heels? Reminiscenza del XVIII secolo, essi garantiscono un alto livello di eleganza e fanno capolino in una grande varietà di modelli medio-bassi. In alternativa, si può puntare sui tacchi spessi, che hanno la peculiarità di adattarsi alla forma del sotto-tallone, senza dimenticare la comodità dei tacchi quadrati, con tutta probabilità i migliori da questo punto di vista. Essi, in effetti, risultano così solidi da essere utilizzati, in molte occasioni, anche per calzature medio-alte. I tacchi medi e bassi includono le misure 3, 5 e 8 sottili come i pumps.

Come indossarli

Certo è che per valorizzare le scarpe con il tacco basso è importante anche sapere come indossarle. Perfette per le circostanze che prevedono un look abbastanza formale, esse possono essere usate anche in circostanze un po’ più mondane, ma sempre eleganti. Per dare vita a un look casual chic, gli stivaletti bassi possono essere abbinati con un paio di jeans. Più in generale, vanno bene i capi basic, come per esempio un paio di skinny jeans di colore nero con una t-shirt grigia, ma anche una giacca da smoking. Sempre più di frequente gli esperti raccomandano di equilibrare lo chic con il casual, in modo tale che i capi più eleganti possano essere coniugati con quelli più urban.

Anche un look bon ton può essere valorizzato dai tacchi bassi: con il suo stile retrò è un punto di riferimento per coloro che amano i tacchi a rocchetto, che possono venire valorizzati con un vestito di colore nero. Con i tacchi a mezza altezza, d’altro canto, l’accostamento migliore che si possa ipotizzare è quello con un abito a casacca, che ha il pregio di allungare la figura anche se questa non è molto slanciata, proprio perché i tacchi non sono alti. Infine, per un outfit elegante il segreto è quello di armonizzare le forme e le linee tenendo conto della lunghezza dell’abito che si sta indossando, e magari giocando con le fantasie e con le tinte.

Comments

comments