sassariUscito ad inizio 2015, il libro “ La Brigata Sassari – Genesi di un mito” è il libro che Gianmario Corrias dedica all’analisi della nascita della Brigata (più tardi Divisione) Sassari, unità del Regio Esercito quasi interamente formata da sardi, fatto più unico che raro nella storia dell’esercito italiano durante la Grande Guerra.

Al di là del fatto che il volume è stato presentato come “romanzo storico”, mentre si tratta essenzialmente di un saggio, ci troviamo davanti ad un volumetto di un centinaio di pagine con alcune luci e diverse ombre.

Iniziamo dei pro: l’autore ha svolto senza dubbio un’approfondita opera di ricerca sulle fonti locali del periodo, fornendo anche un quadro d’insieme della Sardegna da un punto di vista umano e culturale agli inizi del secolo scorso. Attingendo da opere posteriori agli avvenimenti narrati (in primis lo splendido Un Anno Sull’Altipiano di Emilio Lussu) ripercorre le vicende e gli avvenimenti che videro in prima linea i Diavoli Rossi nei terribili 4 anni passati al fronte, dove ottennero numerosi riconoscimenti anche da parte nemica ma furono una delle unità con il più alto rateo di perdite subite nello schieramento italiano.

Per contro: il libro soffre anche di alcuni evidenti difetti. Per essere un saggio storico manca completamente di quello che è il giusto complemento per questo genere di opere: niente mappe o cartine ma così facendo i nomi e le battaglie citate sono di difficile individuazione. Mancano, inoltre, totalmente foto d’epoca e neppure sono presenti gli stemmi della Brigata a cui è dedicato il libro né qualche foto dei giornali d’epoca tante volte citati. Proprio a proposito di giornali, appare molto forzato e fuori luogo il lungo excursus sull’editoria sarda del primo Novecento che apre il libro: avrebbe il compito di aiutare il lettore ad inquadrare i fatti ma risulta essere solo una pesante introduzione. Le battaglie di cui fu protagonista la Brigata sono, poi, oggetto di un capitolo troppo breve se riportato alla lunghezza generale del libro, con successivi richiami in altri capitoli che ingarbugliano un pò la narrazione e influiscono sulla scorrevolezza del testo.

In conclusione  “ La Brigata Sassari – Genesi di un mito” racconta sì la nascita della storica Brigata ma lo fa in un modo troppo tecnico e frammentario con il forte rischio di tenere lontano il lettore non completamente specializzato sull’argomento.

Andrea Dasso

 

Comments

comments