patanegraIl prosciutto crudo iberico, il Jamon Patanegra, richiede una preparazione molto lunga ed è per questo che offre benefici alquanto accentuati per chi lo mangia.

E’ un valido aiuto contro il colesterolo che, nel corso degli anni, è diventato per la gran parte della popolazione un vero e proprio nemico da abbattere.

I benefici di questo prosciutto si trovano nelle striature al centro del Patanegra.

Vi starete domandando ma che cosa ha in più il prosciutto spagnolo rispetto a quello italiano?

La risposta si trova nel modo in cui vengono nutriti i maiali: essi vengono alimentati con ghiande e olive che contengono un’alta percentuale di acido oleico, che dona ottimi benefici alla salute.

Il suino dal mantello nero: ecco il segreto dei vari tipi di Patanegra prodotti

Il suino dal mantello nero e l’unghia dello zoccolo dello stesso colore: è questo il segreto per la perfetta riuscita del prosciutto Patanegra.

Da questo tipo di maiale vengono prodotti i vari tipi di prosciutto iberico: ovviamente sempre in base al tipo di alimentazione, allevamento e stagionatura.

Come detto prima, l’alimentazione è fondamentale ma è anche importante il modo in cui viene fatta la macellazione che deve essere effettuata cercando di causare meno stress possibile al suino.

Lo stress, infatti, potrebbe dar inizio ad una serie di reazioni chimiche che potrebbero alterare il sapore del prosciutto.

Altra cosa importante è ovviamente la stagionatura che va da un minimo di 24 mesi fino ad arrivare a 48.

Come viene lavorato il Jamon Patanegra?

Per una corretta lavorazione del Patanegra si devono seguire dei punti fondamentali.

Le spoglie del maiale devono rimanere appese per 24 ore per pulirsi e, dopo aver fatto una separazione tra coppa, lardo e salsicce, i jamonese e paletas, devono stare per 8 giorni circa sotto sale.

Dopo essere stato successivamente lavato il Jamon Patanegra deve stare fermo per 50 giorni in celle regolate in modo che il sale riesca ad “addentrarsi” diminuendo l’umidità e aumentando la temperatura.

Con l’arrivo della primavera, il prosciutto viene spostato in stanze molto ampie e ventilate per rimanere lì fino a che non arriva l’estate.

L’ultima tappa è la cantina d’invecchiamento dove il Patanegra dovrà starci per almeno 2 anni.

Jamon Patanegra: un ottimo alleato contro il colesterolo

Il prosciutto iberico offre, come detto prima, dei benefici sulla salute e in particolar modo riesce a contrastare il colesterolo.

I grassi del Patanegra possiedono oltre il 50% di acido oleico che, secondo alcuni studi, ha un effetto positivo sul colesterolo nel sangue facendo aumentare il livello di colesterolo buono ovvero l’HDL e, di conseguenze diminuire quello cattivo (LDL).

Oltre ad un evidente effetto positivo sul colesterolo, il Jamon Patanegra, è molto ricco di proteine, di vitamine come B1, B6 e B12 e di acido folico.

E’ un ottimo antiossidante e contiene minerali che fanno bene alle ossa e alle cartilagini.

Insomma avete dei validi motivi per cui prediligere il prosciutto Patanegra agli altri.

Comments

comments