Durante l’estate, visti i movimenti di calcio mercato, tutti avevano visto nell’Inter di Luciano Spalletti la vera “Anti Juve”, l’unica squadra che nella stagione 2018/2019 avrebbe potuto mettere in serio pericolo lo stradominio bianconero in Italia.

Dopo 4 partite di campionato però la realtà è decisamente un’altra: i nerazzurri si ritrovano con quattro miseri punti in classifica e dunque già a -8 dalla Juventus che veleggia ancora a punteggio pieno pur non brillando particolarmente in fatto di gioco. L’Inter si trova anche a a -5 dal Napoli, l’unica che, nonostante la pesante sconfitta in casa della Sampdoria, non ha ancora già un gap di punti particolarmente elevato da Cristiano Ronaldo e soci.

L’ultimo psicodramma in casa dell’Inter si è vissuto a San Siro contro il Parma di fronte a 60.000 tifosi attoniti. Tutti davano per super favorita, con o senza Titanbet casino codice bonus,  la squadra nerazzurra ed invece un euro gol dell’ex Federico Dimarco ha regalato tre punti preziosissimi agli emiliani.

Non sono mancate le contestazioni per le decisioni arbitrali sia per il gol che ha deciso la partita (secondo molti opinionisti era da annullare) che per un tocco di mano dello stesso Dimarco in area del Parma ma al contempo anche i ducali possono recriminare per la mancata espulsione di Gagliardini dopo soli 3 minuti di gioco.

Se dunque la giornata per l’arbitro è da dimenticare, di certo non ci si può attaccare a questi episodi per giustificare una squadra apparsa spenta e scarica. Non aiuta poi di certo sapere che mai nelle ultime sette stagioni i nerazzurri erano partiti così male. Per ritrovare l’Inter a 4 punti dopo 4 giornate bisogna tornare indietro addirittura al 2011 quando sulla panchina nerazzurra sedeva Gasperini che poco dopo lasciò la squadra.

La linea di credito da parte della socità per Luciano Spalletti è ovviamente ancora aperta, vuoi anche per il recente rinnovo del suo contratto ma senza ombra di dubbio la squadra deve cambiare registro ed atteggiamento. Vero che alcuni elementi sono cambiati in rosa ma i vari de Vrij, Keita Balde, Asamoah e Nainggolan conoscono molto bene la Serie A e dunque i problemi di ambientamento possono essere una giustificazione soltanto per Lautaro Martinez.

Tralasciando la Champions League che fa storia a sé, il prossimo appuntamento in campionato è il peggiore o forse il migliore per Icardi e compagni. Sabato 22 Settembre infatti i nerazzurri vanno a Genova per affrontare alle 20 e 30 la scatenata vittoria che prima della pausa ha battuto per 3 a 0 il Napoli e nell’ultima giornata di campionato il Frosinone in trasferta per 5 a 0. Dunque una squadra in formissima con un Quagliarella scatenato da tenere in tutti i modi sotto controllo così come l’attuale capocannoniere della Serie A Defrel. Ma in caso di una vittoria sarebbe il modo migliore per l’Inter di rilanciarsi in classifica ma soprattutto nel morale. Spalletti è un uomo d’esperienza che già ha vissuto momenti difficili da cui è saputo riprendersi eccellentemente ma la piazza esige a gran voce che il cambio di marci avvenga il più rapidamente possibile.

Comments

comments