E’ un resoconto gratificante, quello redatto da MM Motorsport a conclusione della 55^ edizione del Rally Coppa Città di Lucca. Il confronto, andato – nel fine settimana – in scena sulle strade “di casa”, ha visto il team porcarese degnamente rappresentato da ben otto equipaggi partenti, tre dei quali riusciti ad elevarsi nella “top ten”, la classifica dedicata alle prime dieci posizioni assolute. Un contesto di prima fascia che ha assecondato le aspettative della struttura capitanata dal “patron” Cristiano Bianucci e che ha visto spiccare, all’esordio sulla Skoda Fabia R5, il driver lucchese Stefano Gaddini. Affiancato dal copilota Iacopo Innocenti, Stefano Gaddini è riuscito ad elevarsi in quinta piazza assoluta, protagonista di una condotta crescente che lo ha reso protagonista, sui chilometri dell’ultima prova speciale, del terzo miglior tempo. Un particolare che ha confermato riscontri in linea con i diretti avversari, molti dei quali già da tempo protagonisti con vetture della classe regina. “Questa vettura è impressionante, non avrei mai azzardato l’ipotesi di concludere in questa posizione – il commento di Stefano Gaddini all’arrivo – soprattutto analizzando i limitati distacchi riscontrati verso chi ci ha preceduto in classifica. Per tutto questo, ringrazio infinitamente il team MM Motorsport, oggi posso finalmente dire di aver corso in macchina”. Di spessore la sesta posizione assoluta conquistata da Thomas Paperini. Il pilota ventiquattrenne, all’esordio sulla Skoda Fabia R5 condivisa con il codriver Simone Fruini, si è reso protagonista – fin dall’avvio – nelle alte sfere della classifica assoluta, facendo registrare “acuti” in termini cronometrici valsi la consapevolezza di poter recitare un ruolo di primo piano nel contesto rallistico regionale e rendere ancora più alla portata il raggiungimento della finale Aci Sport Rally Cup a Como. “Il nostro obiettivo era quello di migliorarsi prova dopo prova ed è quello che abbiamo fatto – ha dichiarato Thomas Paperini (nella foto a sinistra) a conclusione del confronto – questo è stato possibile grazie al nostro team MM Motorsport, non abbiamo fatto altro che affidarci alla loro professionalità. Una vettura professionale, la Skoda Fabia, che richiede chilometri di apprendistato ma se questo è l’inizio credo che ci siano ottime prospettive per il prosieguo della stagione”.  Ottava posizione assoluta per Paolo Moricci, al “via” dell’appuntamento su Skoda Fabia R5 ed alla prima collaborazione con il team MM Motorsport. Per il driver montecatinese ed il copilota Paolo Garavaldi, un risultato positivo seppur ridimensionato da un errore di valutazione del team dal punto di vista tecnico. Una variabile alla quale non è stato possibile porre rimedio in quanto accertata dopo l’ultimo parco assistenza disponibile. Per Paolo Moricci, la Coppa Città di Lucca ha fatto registrare, tuttavia, spunti positivi in vista del prossimo impegno in programma, il Rally del Ciocco nella sua versione più celebre, quella riservata ai protagonisti del Campionato Italiano Rally. Riscontri soddisfacenti anche per Pierluigi Della Maggiora, al centro di una condotta condivisa con il copilota Massimo Moriconi e che ha visto il driver interrompere un “digiuno” agonistico rilevante, sul sedile della Skoda Fabia R5. Esordio positivo, sulla Peugeot 207 S2000, per Giorgio Sgadò. Il portacolori massese, affiancato dal copilota Gabriele De Angeli – si è reso protagonista di una performance volta alla conoscenza della vettura a trazione integrale. Un particolare che non gli ha negato passaggi contraddistinti da una guida dedita allo spettacolo su prove speciali di alto contenuto qualitativo.

Sul podio della classe S1600, in seconda piazza, Alessio Della Maggiora e Valerio Favali. Un’esperienza, la prima con il supporto di MM Motorsport, di alti contenuti e valsa la conferma di quelle che erano le aspettative della vigilia: ritagliarsi un ruolo di primo piano nella categoria dedicata alle vetture a due ruote motrici, in un confronto che lo ha elevato – oltre che in seconda piazza di classe – anche sul terzo gradino del podio dedicato alla trazione anteriore. Rientro alle competizioni, dopo un anno e mezzo di stop, per Nicola Paolinelli. Il pilota lucchese, impegnato al volante della Renault Clio S1600 condivisa con David Castiglioni, ha affrontato l’appuntamento casalingo con l’intento di rinnovare il feeling con la vettura francese, senza particolari obblighi di classifica. Prospettive interessanti, in vista del Rally del Ciocco, per Giuseppe Perna, tornato al volante della Peugeot 208 R2B dopo un anno di inattività ed alla prima collaborazione con il copilota Alessio Magnani. Una quinta posizione di classe conquistata a margine di un confronto che ha richiamato sulle strade della Coppa Città di Lucca gli esponenti della categoria.

Soddisfatta Manuela Martinelli, team manager di MM Motorsport: “Poter calcare la pedana di partenza con ben otto vetture credo che rappresenti, già di per sé, un risultato di cui essere soddisfatti. Una riflessione da valorizzare in un periodo di assoluta incertezza ma che, proprio sulle strade del nostro appuntamento casalingo, ha regalato buone prospettive di ripartenza per tutto l’ambiente motorsport. Per quanto riguarda l’aspetto agonistico, tengo a ringraziare tutti i nostri equipaggi, compartecipi di un risultato globale soddisfacente”.  

Claudio Arzà e Simona Righetti, all’esordio sulla Citroën C3 R5, hanno conquistato il terzo gradino del podio assoluto sull’asfalto del Rally Coppa Città di Lucca. Assecondati dal team PRT, struttura che ha messo a disposizione la vettura, i portacolori della scuderia spezzina BB Competition si sono resi protagonisti di una condotta crescente, con un risultato finale di spessore maturato su un asfalto mai affrontato in carriera. Un doppio debutto, sia nella gara che al volante della “1600 turbo francese” gommata Michelin, che non ha negato a Claudio Arzà la conquista del secondo podio assoluto stagionale, dopo la partecipazione al Rally della Val Merula archiviato – a febbraio – in terza piazza. “Una grande soddisfazione che vogliamo condividere con il team PRT – il commento, entusiasta, di Claudio Arzà – siamo orgogliosi di aver finalizzato sul podio il debutto di questa struttura e della loro vettura, altamente performante e che ci ha permesso di tener testa ai diretti avversari locali. Riprendere l’attività agonistica con un risultato di spessore come quello conquistato a Lucca credo sia il miglior input per il prosieguo di una stagione che, dopo l’esordio sulla Ford Fiesta WRC in Val Merula, ci ha regalato la possibilità di saggiare le potenzialità di questa vettura. Tengo a ringraziare Michelin per l’efficacia degli pneumatici messi a disposizione in gara, oltre ai miei partner con i quali condivido questo bel risultato, in un momento molto difficile dove, tuttavia, non hanno negato il loro sostegno al nostro progetto sportivo”.  Una condotta che ha evidenziato riscontri positivi fin dalle fasi di shakedown, fondamentali nella messa a punto della vettura, con le indicazioni del pilota spezzino rivelatesi fondamentali nel raggiungimento del risultato finale. La Coppa Città di Lucca, affrontata inizialmente dai portacolori di BB Competition senza particolari obblighi di classifica, ha contato su un plateau di partecipanti di livello internazionale. Un particolare che ha impreziosito il risultato raggiunto da Claudio Arzà, contraddistinto da una performance limpida e priva di sbavature. Soddisfacente, il rientro all’agonismo di Giuseppe Iacomini, all’esordio sulla Renault Clio S1600. L’esperto pilota ligure, affiancato da Simone Marchi, è riuscito ad elevarsi in seconda piazza nella categoria riservata agli Over 55, confronto che ha visto undici piloti partenti. “Credo di potermi ritenere soddisfatto – il commento finale di Giuseppe Iacomini – nonostante alcuni problemi di alimentazione riscontrati nella speciale conclusiva, un problema che non mi ha comunque negato la seconda piazza tra gli Over 55. Il fatto che a vincere questa categoria sia stato un pilota con a disposizione una vettura di classe R5 non può che valorizzare questo risultato”.

Comments

comments