IL COSMO

Quando si parla di universo è importante tenere a mente anzitutto un fatto essenziale: è una materia di cui conosciamo in realtà davvero poco. Le attuali leggi della fisica non sono infatti in grado di descriverlo perfettamente e in maniera corretta e per questo ogni scienziato, fisico o astronomo è ben conscio che prima o poi qualcuno potrebbe individuare nuove formule che riescano a rappresentare meglio il cosmo. La relatività e la quantistica non riescono a viaggiare a braccetto; le conoscenze attuali non sono capaci di descrivere ogni cosa che esiste nell’universo in maniera indiscutibilmente esatta. Prendiamo in considerazione solo un esempio, forse il più lampante tra quelli che si potrebbero fare: il 96% di quello che esiste è composto da quella che è chiamata materia oscura e da quella che è nota come energia oscura; di entrambi non conosciamo però praticamente nulla.

Capire il cosmo richiede uno sforzo mentale di logica e di razionalità. Uno dei concetti più straordinari riguarda la correlazione tra tempo e spazio. Quando osserviamo una stella lontana, non la vediamo così come è in questo preciso momento ma come era tempo fa. Una stella lontana 100 anni luce verrà vista come era un secolo prima perché tanto è il tempo che la luce impiega ad arrivare a noi. In realtà quell’astro potrebbe essere ora spento o comunque diverso. Guardare lontano nello spazio significa guardare lontano nel tempo.

Il Cosmo, volume pubblicato dalla Hoepli all’interno della collana Microscopi e scritto da Laura Paganini, è un viaggio nella nostra realtà scritto con un linguaggio semplice e comprensibile che affronta temi complessi che vengono spiegati in maniera accessibile anche per quanti non hanno una formazione specifica. Con un pizzico di curiosità e di voglia di scoprire la realtà che ci circonda, le pagine del libro ci faranno compiere un viaggio nell’universo raccontandone la nascita, lo sviluppo, il presente e ipotizzando il futuro. Scivolare tra le pagine redatte da Laura Paganini significa scoprire molte cose nuove con la consapevolezza però che alcune di queste siano limitate ed altre possano non essere del tutto esatte.

Non è un caso che se da una parte siamo in grado di capire come l’universo si sia creato fino a un infinitesimo di secondo dopo il Big Bang, non si sa come questo abbia avuto inizio, cosa abbia determinato quello che potremmo definire l’innesco. Si sa però che la forza iniziale si è suddivisa in poco tempo nelle quattro forze fondamentali: quella gravitazionale, quella elettromagnetica, quella nucleare debole e quella nucleare forte. Allo stesso modo sappiamo, o meglio ipotizziamo, quando siano nate le prime particelle e quando i primi elementi della tavola periodica. Attraverso le pagine de Il Cosmo riusciamo quindi ad accompagnare la crescita dell’universo in un viaggio affascinante e coinvolgente che con un pensiero quasi socratico ci racconta la realtà in cui siamo immersi.

Gianfranco Broun

Titolo: Il Cosmo

Autore: Laura Paganini

Editore: Hoepli

Comments

comments