Il soggiorno è senza dubbio l’ambiente principale di ogni appartamento: è per questo motivo che le poltrone e i divani che vengono scelti per arredarlo devono essere selezionati con estrema attenzione e con la massima cura, dal momento che si tratta di elementi chiave che non hanno solo un impatto estetico molto significativo, ma influenzano anche la funzionalità di tutto il contesto, in virtù della loro capacità di assicurare relax e comfort. Non di rado, si decide di iniziare ad arredare la zona living partendo proprio dal divano, e costruendo attorno ad esso il resto dell’ambiente.

La ricerca della qualità

Tra le tante poltrone di design in cui ci si può imbattere sul mercato, vale la pena di mettersi in cerca degli standard di qualità più elevati, in considerazione del prezzo richiesto. Optare per un risparmio iniziale non ha senso se poi nel giro di pochi anni si è costretti a comprare unapoltrona nuova perché quella vecchia si è già rovinata e usurata: meglio, allora, puntare subito su un investimento apprezzabile, che sia garanzia di longevità e di durata nel tempo.

Come scegliere

divani caratterizzati da tonalità cromatiche neutre e da linee semplici sono i più indicati per un living room che presenta pareti colorate con tinte appariscenti o comunque un certo numero di elementi di design eccentrici: se si ha paura che un divano di questo tipo si dimostri troppo anonimo o spento, per altro, è sufficiente renderlo più ricco con dei cuscini dalle nuance accese e ben visibili. In un salotto classico, d’altro canto, non si può che puntare su un divano con una struttura in legno, magari impreziosito da un rivestimento in pelle: si tratta di un materiale evergreen, che a dispetto del trascorrere del tempo si dimostra sempre attuale ed elegante, ma solo se si è in grado di occuparsi della sua manutenzione.

I materiali e i colori

Prima di acquistare un divano o una poltrona, è necessario pensare non solo al colore, ma anche al materiale che si desidera: in tale prospettiva, può essere utile tenere conto delle finiture dei pavimenti e delle pareti circostanti. Uno stile di decorazione all’insegna della modernità, per esempio, può essere messo in risalto attraverso degli arredi contraddistinti da angoli acuti e linee rette semplici, magari con accenti in metallo lucido, mentre un living room più tradizionale è il contesto ideale per accogliere degli arredi dalle forme curvilinee e con gli angoli arrotondati.

La ricerca del comfort deve essere sempre e comunque il principio ispiratore di ogni acquisto: nel caso in cui si abbia in mente di optare per un divano ad angolo, per esempio, è bene tenere conto del fatto che la seduta all’incrocio dei due lati è inservibile, e quindi rappresenta a tutti gli effetti uno spreco di spazio. Nulla di male, ovviamente, a patto che non si tratti di arredare un soggiorno di dimensioni ridotte in cui ogni centimetro quadrato è prezioso.

Le alternative che si possono trovare sul mercato sono comunque numerose: si va dai divani componibili a quelli che possono essere abbinati con una poltrona o con un pouf dello stesso stile, ma non mancano le proposte munite di chaise longue. Anche per ciò che concerne i rivestimenti, c’è solo l’imbarazzo della scelta: dall’ecopelle alla già menzionata pelle, passando per il tessuto, ognuno può vedere soddisfatte le proprie preferenze con soluzioni classiche o all’avanguardia.

Comments

comments