tinteggiaturaA cadenza più o meno regolare, la  manutenzione di una casa richiede di dedicare qualche giorno alla tinteggiatura delle pareti. Un lavoro che potrebbe sembrare noioso, ma che in realtà si può rivelare estremamente divertente. La necessità di dare una rinfrescata alla pareti di casa è l’occasione giusta per portare un tocco di originalità e freschezza agli ambienti.

Per rinnovare casa e darle un’aria frizzante e personalizzata basta a volte qualche secchio di colore. Prima di iniziare a lavorare è opportuno dedicare tempo alla progettazione scegliendo, stanza per stanza, i colori più adatti e decidendo se tinteggiare tutto dello stesso colore o se valorizzare singole pareti, per esempio.

Ogni tinta va scelta tenendo in considerazione lo stile d’arredamento dell’abitazione.
Per una scelta consapevole è preferibile anche tenere in considerazione le nozioni di cromoterapia, visto che i colori influiscono sulle sensazioni e sulle emozioni.

Una volta prese queste decisioni, è possibile passare alla fase successiva: la scelta dei colori di tendenza 2018 per tinteggiare le pareti. Decorare casa non può che passare attraverso i trend del design del momento. Ci sono 4 tonalità di bianco particolarmente trendy per il 2018: il bianco antico, il bianco nuvola, il bianco tofu e il sale rosa. Si tratta di varianti delicate che offrono una resa particolare che si discosta in modo elegante dal tradizionale e comune bianco ottico. Perfetti questi colori sobri per gli ambienti classici, rustici o shabby chic.

Se si intende tinteggiare una sola parete, magari di uno studio o di una camera da letto o anche del salotto, i colori must have sono il verde blu petrolio e il blu navy. Toni evidentemente decisi e vistosi, ma intrisi di eleganza che si prestano particolarmente agli ambienti moderni. Vista l’importanza della tonalità è preferibile in questo caso tinteggiare solo una parete o scegliere alcuni elementi da colorare come ad esempio un camino o una colonna.

Romanticismo e delicatezza sono offerti dalle tonalità pastello, che saranno un altro cult nel 2018. Rosa, azzurro, giallo e verde pastello sono ideali per le stanze da notte, per il bagno e in alcuni casi, se abbinabili agli arredi, anche per la zona living.

Scelte le tonalità per le stanze si può iniziare a tinteggiare casa secondo il proprio gusto e lo stile degli ambienti. Possiamo farlo in autonomia dedicandoci ad una stanza alla volta o possiamo incaricare una ditta, in base alle nostre possibilità.

Ritinteggiare comporta una mole di lavoro importante, anche in termini di pulizia e di riordino, che spesso richiede molto tempo e molte energie: l’intervento di una ditta specializzata può essere una manna dal cielo! Un’impresa di pulizie a Milano, a Bergamo, a Roma, a Napoli (o ovunque si trovi il tuo appartamento) specializzata nella tinteggiatura e nella pulizia della casa curerà ogni ambiente nel minimo dettaglio senza tralasciare alcun particolare!

Comments

comments