Intervento di Beppe Grillo sul suo blog per commentare quanto accaduto ieri durante l’assemblea nazionale del PD a Roma. “Io sono favorevole al matrimonio tra persone dello stesso sesso, ognuno deve poter amare chi crede e vivere la propria vita con lui o con lei tutelato dalla legge” – ha affermato Grillo, precisando come le nozze gay e il riconoscimento dei diritti delle coppie omosessuali dovrebbero essere un fatto scontato e invece nel “Pdmenoelle” é stato tema di lunga discussione.

Grillo se la prende con la Bindi – “problemi di convivenza con il vero amore non ne ha probabilmente mai avuti” – e ironizza sulla Binetti (da sempre su posizioni contrarie al matrimonio gay).

Poi Grillo entra nel merito della questione e afferma: “Nessuno deve dimenticarsi che durante il governo Prodi non venne approvata la legge sui PACS che avrebbe parificato le coppie di fatto a quelle sposate. La coppia di fatto, etero o omo, anche se convive per decenni, anche se ha dei figli, non è riconosciuta giuridicamente. L’Italia non ha una legislazione per le unioni di fatto. E’ una vergogna che va attribuita in ugual misura al pdmenoelle, al pdl e a Santa Madre Chiesa, la convitata di pietra. Chi convive, in caso di morte, non lascia al suo compagno o compagna, la pensione o la casa in cui vive. Non è prevista alcuna eredità. Nulla di nulla.

Infine Grillo parla degli omosessuali nascosti nella politica: “Quanti sono gay nel pdmenoelle e non lo dichiarano? Fate outing, vi farà bene. I vostri nomi sono già conosciuti. Non c’è nulla di male a essere gay. Fa invece schifo negare diritti sacrosanti per un pugno di voti“.

Leggi l’intervento integrale di Beppe Grillo sul suo blog ufficiale >>

Comments

comments