Il tema è stato spesso trattato all’interno di film catastrofici. In Armageddon un gruppo di trivellatori guidato da Bruce Willis è dovuto andare nello spazio per posizionare nella profondità di un asteroide delle bombe atomiche che mandassero il corpo celeste in frantumi. Analogamente, in Deep Impact si scampò l’estinzione di massa per un pelo, pur annientando buona parte della cometa, l’impatto del secondo frammento contro la Terra fu inevitabile e portò ad una serie di conseguenze nefaste. In Missione Mercurio era lo stesso pianeta più prossimo al Sole a venire sbalzato dalla sua orbita e a dirigersi verso la nostra casa. In Earthstorm una meteora colpiva la Luna rischiando di spaccarla completamente e farla precipitare sulla Terra.

Adesso a dire la sua arriva Greenland. Ancora una volta il nostro quasi indifeso pianeta è in pericolo a causa di una cometa in arrivo da un altro sistema solare che, composta da un’infinità di corpi, sta per colpirlo in pieno. Il primo frammento avrebbe dovuto impattare contro le Bermuda ma l’imprevedibilità dell’oggetto lo ha spinto a cadere sulla Florida, portando una catastrofica distruzione e generando un’onda d’urto percepita addirittura ad Atlanta, in Georgia.

Il grave pericolo che incombe sull’umanità spinge il governo degli Stati Uniti a selezionare alcune famiglie per portarle in salvo all’interno di bunker segreti. Tra queste la famiglia Garrity. I tre, padre, madre e figlio, arrivano alla base militare da cui parte il volo ma, a seguito di una serie di vicissitudini, si ritrovano separati e, a causa della malattia cronica del bimbo che lo rende inidoneo come soggetto da salvare, vengono respinti dai militari che impediscono loro di salire sull’aereo. L’unica speranza per trovare scampo è affidarsi a qualche voce di corridoio che sembra indicare un modo alternativo per raggiungere i rifugi.

Alla regia Ric Roman Waugh (Snith – l’infiltrato, Felon, La fratellanza); nel cast Gerard Butler (300, Timeline, Attacco al potere, Geostorm) e Morena Baccarin (Firefly il film e la serie televisiva, Deadpool, V, Gotham). Tra l’altro questa è la seconda pellicola che vede insieme il duo Waugh – Butler, dopo il successo di Attacco al Potere 3.

Greenland ha un forte impatto visivo che dà vita a un film catastrofico ricco di fascino, con ottime interpretazioni e con quella capacità di dar spazio all’azione, alla tensione emotiva dettata da una parte dagli eventi e dall’altra dall’incessante scorrere del tempo, ai problemi familiari e a una società stremata e fuori controllo in cui vige quasi sempre la regola dell’ognuno per sé.

Lucky Red propone sul mercato dell’home video una versione 4K da due dischi: nel primo il film e il trailer nella versione ultra-hd, nel secondo il blu-ray con la pellicola e tutti i contenuti speciali, davvero interessanti: tra questi tre scene tagliate ciascuna introdotta da un breve commento del regista, il trailer, un’intervista al protagonista Gerard Butler e… un’intervista a Gerard Butler in versione estesa. La qualità video è strepitosa così come il reparto audio, veramente ottimo.

Gianfranco Broun

Titolo: Greenland

Distributore: Lucky Red

Comments

comments