Nizza è la città più grande della Costa Azzurra, una delle principali mete turistiche della regione, che nella stagione estiva diventa un luogo di attrazione per turisti provenienti dall’Italia ma anche da altri paesi. Se si è deciso di fare una gita a Nizza, oggi andremo a scoprire alcuni dettagli di questa bellissima città, caratterizzata da un fascino estetico particolare e da una vita culturale molto vivace.

Trascorrere qualche giorno nella splendida Costa Azzurra è certamente una buona idea anche nel periodo settembrino, dove ci si rapporta con un clima ancora caldo ma certamente più vivibile rispetto ai mesi caldi estivi, apprezzando le bellezze di tali luoghi senza la folla di gente che comunemente è in villeggiatura in tali posti nei mesi di luglio e agosto.

Per apprezzare questi luoghi si può prenotare in rete un fine settimana a Nizza, in strutture di vario tipo, oppure godersi una piccola vacanza della durata di 4 giorni e 3 notti prenotando una mini crociera con Moby, azienda leader nel trasporto di persone su nave che offre la possibilità di assaporare le bellezze della Costa Azzurra e della Corsica, con partenze e ritorno a Nizza e tappa in Corsica a Bastia.

Facendo una panoramica delle mete più interessanti della Costa Azzurra, nella direzione nord-est, a soli 15 km da Nizza, c’è il borgo medievale di Peillon, una piccola città di 1500 abitanti, arroccata su un possente sperone roccioso che domina l’intera valle. Un borgo che ha mantenuto il suo carattere medievale, con stradine selciate, case in pietra, un luogo molto amato anche da chi pratica il free climbing. Tra le meraviglie di questo bordo si può visitare la piccola meraviglia artistica della cappella Madonna Addolorata dei Penitenti Bianchi, che regala ancora oggi gli affreschi quattrocenteschi del Canavesio.

Proseguendo verso est ci si ritrova innanzi a Sainte-Agnès, un altro borgo medievale a metà strada tra Nizza e il Principato di Monaco. Qui potrà ammirare il connubio tra architetture medievali e stile liberty, ma anche le rovine dell’antico castello. D’interesse è anche la roccaforte della linea Maginot, una struttura difensiva costruita dalla Francia negli anni trenta del novecento per difendersi da una possibile riorganizzazione della Germania.

Nella parte ovest di Nizza non va persa l’occasione di visitare le Grandi Corniche, un corridoio che scandisce la Costa Azzurra e che permette di ammirare panorami unici. Prima tappa obbligatoria è la città di Biot, famosa per la produzione di vetro e ceramica e per la presenza di un importante centro di cavalieri templari e per il museo Leger. Un’esposizione che raccoglie le opere famose del famosissimo artista Fernand Leger, esponente all’avanguardia del novecentesco.

A poca distanza, soli quattro chilometri, si trova lo spettacolare borgo di Tourrettes-sur-Loup, in cui spicca la presenza di un castello del XIII secolo e famoso per essere il borgo delle violette, che vengono utilizzate da secoli in molte ricette e per la preparazione di profumi.

Per concludere questa gita nei dintorni di Nizza non va assolutamente perso il villaggio di Gourdon, arroccato su una formazione rocciosa. Un centro che vede la presenza di soli 450 abitanti, dall’aspetto rustico tipico dei paesini della Costa Azzurra, in si può ammirare lo splendido panorama, con un’atmosfera unica all’imbrunire, dove le luci della città creano un’atmosfera magica e romantica.

Comments

comments