Franco Frattini é intervenuto a Tgcom24 sulla sconfitta elettorale di Angela Merkel in Germania e sulla situazione greca: “Non parlerei di alterazione ma di riequilibrio dei rapporti europei. Il cancelliere Merkel ha capito che la politica del solo rigore non basta più e che la sola austerity non e’ più apprezzata dal popolo tedesco. L’idea della Merkel, ovvero che i tedeschi avrebbero premiato le politiche del rigore, si e’ attenuata”.

“Il popolo greco ha sofferto per decisioni non prese dall’Europa, decisioni che costano sofferenze per un popolo ridotto allo stremo. Se fossimo intervenuti sul debito greco in un primo istante, senza le titubanze che ci sono state, sarebbe costato a tutti molto meno. I greci devono capire però che se non ci sarà un accordo per un governo a farne le spese saranno gli stessi greci. L’ipotesi della fuoriuscita della Grecia dall’euro sarebbe un incubo. Il ritorno alla dracma causerebbe il crollo dei creditori della Grecia e l’isolamento del paese stesso. Chi parla con leggerezza di uscita della Grecia dall’euro, dovrebbe essere più cauto”.

 “In Italia c’è un euroscetticismo e spesso si accusa l’ Europa per la situazione in cui siamo. La verità e’ che la colpa e’ di chi le riforme non le ha fatte prima ed e’ per questo che dobbiamo sostenere questo governo”.

Comments

comments