fondieuropeiCi sono tante iniziative imprenditoriali che è possibile portare a buon fine grazie all’aiuto dell’Unione Europea, che finanzia determinate attività grazie a determinati fondi. In particolare, nel nostro paese, hanno una grande importanza i finanziamenti europei per il turismo. Tuttavia ci sono determinare regole da rispettare per avere diritto ai fondi europei per il turismo e solo determinati soggetti possono averne diritto.

Innanzitutto possono richiedere i finanziamenti le persone giuridiche che operano nel settore pubblico e privato, tutte le persone giuridiche che sono attive sul mercato del lavoro (ad esempio le camere di commercio hanno diritto ad accedere a questi fondi), poi anche gli imprenditori agricoli e le società che operano nel settore forestale. Hanno diritto ad accedere ai vari finanziamenti europei per il turismo anche le Università e i vari istituti scolastici superiori.

Ci sono diverse tipologie di fondi che possono essere richiesti, ecco in dettaglio i più importanti. Il primo si chiama FEIS (Fondo europeo investimenti strategici): questi fondi possono essere richiesti per finanziare progetti legati a infrastrutture collegate al trasporto, poi per lavori che migliorino l’efficienza energetica delle strutture ricettive e per finanziare piccole e medie imprese del settore turistico.

Questi tipi di finanziamenti possono arrivare sotto forma di prestiti oppure sotto forma di venture capital e possono essere richiesti da tutte le persone giuridiche viste in precedenza, tuttavia sono obbligate ad avvalersi della collaborazione di intermediari finanziari. Inoltre si ricorda che queste persone giuridiche, per ottenere l finanziamento, devono avere alcuni requisiti, in particolare devono essere riconosciute in modo legale da un periodo minimo di due anni.

Un’altra precisazione che bisogna fare sui fondi europei per il turismo è che esistono due tipologie, cioè fondi diretti e fondi indiretti. Per fondi diretti si intendono quei fondi che si possono ottenere solo se gli enti interessati propongono un loro progetto, che deve essere giudicato poi idoneo dall’Unione Europea ad ottenere il finanziamento.

Tuttavia nella presentazione dei progetti bisogna tenere conto di vincoli molto importanti, infatti ben ben il 90 percento dei programmi presentati lo scorso anno non è stato ritenuto idoneo ad ottenere il finanziamento. Il segreto per riuscire ad ottenere questi finanziamenti è quello di mettere in piedi un efficace collaborazione tra pubblico e privato, in particolare le regioni mettono in piedi il Piano operativo regionale, con il quale si possono raccogliere nuche le migliori proposte europee e poi presentarle all’UE.

Comments

comments