ginopaolisiaeAbbiamo parlato nei giorni scorsi dello scontro mediatico tra SIAE e Apple (vedi articolo qui) circa le nuove tariffe sull’equo compenso. Ebbene, oggi SIAE è passata dalle parole ai fatti.

Il direttore generale della Siae, Gaetano Blandini, ha fatto il punto sulle iniziative sull’ equo compenso per la copia privata che ha portato, dopo la firma del decreto Franceschini sull’ aumento delle tariffe, a un aumento dei prezzi da parte di Apple per i suoi dispositivi, indicando in fattura la dicitura ‘ tassa sul copyright’ al posto di equo compenso. “Abbiamo comprato 22 Iphone a Nizza -ha dichiarato Blandini che ha dato un morso a una rotonda mela gialla a simboleggiare la sfida con l’azienda fondata da Steve Jobs- per dimostrare a tutti come in Francia, nonostante l’ equo compenso per copia privata sia molto più alto che in Italia, i prezzi siano inferiori rispetto a quelli del nostro Paese. Questo è un fatto, non un’opinione discutibile“.

I preziosi cellulari acquistati in Francia sono stati poi regalati dalla SIAE  agli allievi di tre prestigiose scuole, l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico, il Centro Sperimentale di Cinematografia e il Dipartimento Jazz del Conservatorio di Santa Cecilia. Al tavolo della conferenza stampa c’erano il regista Paolo Virzì e l’autore televisivo Antonio Ricci, in sala i musicisti Franco Micalizzi, Federico Monti Arduini, gli autori Biagio Proietti, Andrea Purgatori, Linda Brunetta, Paolo Franchini, rappresentanti del Consiglio di Sorveglianza come Silvia Villevieille Bideri, Massimo Cinque e Alessandro Angrisano, insieme ai rappresentanti di tante associazioni che operano nel sociale, Leonardo Carmenati della Croce Rossa Italiana, Sandra Cioffi di Telefono Azzurro, Cristina D’Antoni della Comunità di San Benedetto al Porto (di Genova) alle quali è stato donato il telefonino (insieme a Libera, Exodus e l’Associazione Italiana Boy Scout).

Apple, nel frattempo, smorza la polemica riportando i prezzi dei nuovi MacBook Pro Retina ai valori precedenti all’approvazione del decreto italiano sull’equo compenso.

Comments

comments