Pietro Peccenini firma un weekend perfetto allo Slovakia Ring nel terzo round dell’Ultimate Cup Series. All’esordio assoluto sul circuito che sorge nei pressi di Bratislava, il pilota milanese classe ’73 suggella il dominio nel Trofeo Gentleman Driver mettendo a segno tre vittorie su tre e impreziosisce i successi di categoria cogliendo lo strepitoso podio assoluto finale grazie al terzo posto di gara 3 al volante della Formula Renault 2.0 della TS Corse. La trasferta in Slovacchia del portacolori della scuderia lombarda diretta da Stefano Turchetto era iniziata al meglio già venerdì nelle libere e nelle qualifiche, quando tra le monoposto i competitivi riscontri cronometrici fatti segnare in prova lo avevano proiettato nella battaglia con i più giovani pretendenti al titolo assoluto della serie internazionale. Nel contempo si consolidava il dominio tra i gentlemen drivers, confermato dalla pole position di categoria e dalle squillanti vittorie riportate in gara 1, gara 2 e gara 3. Nelle tre corse, disputate tutte al sabato per un weekend nel quale Pietro ha saputo gestire al meglio anche lo stress fisico e psicologico, oltre che auto e lavoro di squadra, Peccenini ha quindi lottato ruota a ruota con i migliori protagonisti della classifica e ha concluso nell’ordine quarto, sesto e terzo assoluto, appunto salendo anche sull’ultimo podio generale della giornata. I risultati conquistati all’esordio sui quasi sei chilometri dello Slovakia Ring permettono al pilota milanese di fare il vuoto nella classifica del trofeo Gentleman Driver, dove è sempre più leader, e di consolidare la top-5 della generale, in vista del round casalingo dell’Ultimate Cup Series, che a fine giugno approderà in Italia sul circuito del Mugello.

Peccenini ha dichiarato al termine del trionfale weekend in Slovacchia: “Con TS Corse abbiamo portato a termine un lavoro eccezionale che completa quanto di buono avevamo seminato nei primi impegni a Estoril e Digione. Allo Slovakia Ring abbiamo vissuto tre gare tiratissime e spettacolari, con una monoposto perfetta mi sono divertito molto a duellare con i migliori e alla fine ci siamo tolti anche la grande soddisfazione del podio assoluto. Tra i gentlemen ho quindi tenuto un passo inavvicinabile per i rivali diretti e ora la classifica si fa davvero interessante. Il campionato è però ancora lungo e al Mugello dovremo mantenere la concentrazione che in Slovacchia è stata poi la chiave decisiva dei successi in pista”.

Comments

comments