ronanDopo aver venduto oltre 20 milioni di album da solista e oltre 25 milioni con i Boyzone, RONAN KEATING torna con un nuovo singolo “LET ME LOVE YOU”, disponibile per la programmazione radiofonica dal 15 gennaio, che anticipa l’uscita del suo nuovo album da solista “TIME OF MY LIFE”, in uscita il prossimo 12 febbraio 2016.

A 38 anni, di cui 22 passati ai vertici delle classifiche mondiali, il nuovo album è attesissimo da tutti i fan che sono cresciuti insieme alla sua musica.

“TIME OF MY LIFE” -il decimo lavoro da solista – segna un nuovo capitolo nella scintillante carriera di Ronan Keating ed è composto da brani cantautorali e profondi, autobiografici e crudi, che rivelano la crescita personale di Ronan dovuta alla felicità ritrovata nella sua vita.

Un album in cui la star irlandese ritorna al suo primo e vero amore, la musica, dopo un break in cui si è dedicato alla recitazione (nel musical “Once”), alla tv come giudice  dell’X Factor australiano e alla nuova moglie.

  “Ho passato la maggior parte della mia vita e della carriera cercando di accontentare tutti, facendo quello che la gente si aspettava da me, ma  in un certo senso avevo perso la sicurezza di essere semplicemente mè stesso.

Negli ultimi anni ho intrapreso un viaggio incredibile ed è statA la cosa migliore che mi sia potuta capitare perché ora sono finalmente felice, a mio agio nella mia pelle. Questo album riflette davvero chi sono oggi e la musica che voglio fare. C’è voluto un anno per scriverlo, ma in questo periodo ho tirato fuori la mia parte più autentica”. 

Ronan Patrick John Keating nasce a Dublino il 3 marzo 1977. La grande occasione arriva nel 1993 quando si presenta a un’audizione per la creazione di una boy-band che sia la risposta irlandese ai Take That, i  Boyzone. Dopo sei anni di successi, i cinque membri del gruppo decidono di prendersi un anno per seguire i propri progetti solisti. Nell’estate del 1999, pubblica il suo primo singolo, “When You Say Nothing At All”, dalla colonna sonora del film “Notting Hill”. Nel gennaio 2000 inizia a lavorare a Los Angeles al suo primo album solista, “Ronan”, cui collaborano tra gli altri Bryan Adams, Barry Gibb (Bee Gees) e Gregg Alexander (ex-New Radicals). Sempre con la collaborazione di Gregg Alexander viene prodotto e pubblicato “Destination” (2002). Due anni più tardi esce “Turn It On”, seguito da “10 Year Of Hits” dell’anno successivo. Nel 2006 è la volta di “Bring You Home”, mentre nel 2008 esce il disco di Natale, “Christmas Wonderland Collection”. Il 2008 è anche l’anno della reunion dei Boyzone, con i quali Ronan pubblica il singolo “Love You Anyway” e una raccolta di successi. Nel 2009, oltre a continuare il lavoro con i Boyzone, pubblica il suo sesto album solista “Songs For My Mother”, dedicato alla madre scomparsa.
Nel 2011 è la volta di “When Ronan Met Burt”, album dedicato al repertorio di uno dei suoi miti, Burt Bacharach, che ha collaborato alla realizzazione.L’ultimo album da solista, “Fires”, è uscito nel 2012.

Comments

comments