“Un paragone del tutto arbitrario e per nulla fondato, né medicalmente né moralmente” quello tra il cardinale Carlo Maria Martini e i casi di Eluana Englaro e Piergiorgio Welby.

Così don Roberto Colombo, docente alla facoltà di medicina dell’ospedale Gemelli di Roma, ha commentato a Radio Vaticana il grande rilievo dato da stampa e Tv sul rifiuto del cardinale, a metà agosto, di essere alimentato tramite sondino dopo che l’ultima crisi l’aveva reso non più in grado di deglutire cibi, né solidi né liquidi. Una scelta determinata dall’avvicinarsi ormai imminente della morte di cui Martini era pienamente cosciente.

Don Colombo spiega che Martini aveva rifiutato il sondino per l’alimentazione dopo che una grave crisi legata al Parkinson gli ha provocato l’impossibilità di deglutire cibi e bevande. Rinunciare a questo trattamento significa solo capire che non si può impedire la morte ormai vicina.

Molto diversi, aggiunge Colombo, i casi di Eluana e Welby: “l’accanimento terapeutico si configura come un intervento medico non più adeguato alla reale situazione del malato, perché ormai sproporzionato ai risultati che si potrebbero sperare, oppure perché appare troppo gravoso per le sue condizioni. Invece, nel caso della giovane Eluana, essa versava in una situazione clinica che era del tutto differente; non era in agonia, né stava per entrarvi, e per il suo stato clinico, la nutrizione enterale era perfettamente appropriata. Anche nel caso di Piergiorgio Welby, su richiesta dello stesso paziente, il respiratore gli venne staccato ben 45 anni dopo l’inizio della patologia; anche in questo caso, Welby, non si trovava in prossimità della morte. Si è dunque trattato di un’eutanasia volontaria”.

“Ci pare che la morte di una grande figura, come il cardinale Martini, sia stata strumentalizzata per fini diversi che possiamo immaginare, ma che vogliamo giudicare come davvero squallidi” – conclude Don Colombo.

Parliamone a L’AltraPagina: i casi del cardinal Martini e le scelte di fine vita di Eluana Englaro e Piergiorgio Welby, secondo voi lettori, sono paragonabili? Commentate attraverso il vostro account Facebook qui sotto.

Comments

comments