dio(di Giulio Perrotta) Dio esiste! Parola di uno scienziato stimato in tutta la comunità scientifica. Michio Kaku ha affermato di aver creato una teoria che riuscirebbe a provare l’esistenza di Dio e del meccanismo che regola l’esistenza.

Lo studio del Professore di Fisica Teorica ha creato scompiglio nella comunità scientifica, in quanto colui che ha affermato tale assunto non è altro che il creatore e sviluppatore della rivoluzionaria teoria delle “stringhe”.

La teoria delle stringhe è un modello fisico i cui costituenti sono oggetti a 1 dimensione (le stringhe), invece che di dimensione nulla (quali sono i punti), come nelle teorie precedenti; per questa ragione è in grado di evitare i problemi connessi alla presenza di particelle puntiformi. Uno studio più approfondito della teoria delle stringhe ha rivelato che descrive oggetti che possono avere dimensioni nulle (e quindi essere punti), una dimensione (stringhe), due dimensioni (membrane) o possedere un numero D di dimensioni maggiore di due (D-brane). Il termine “teoria delle stringhe”, in particolare, si riferisce propriamente sia alla teoria bosonica a 26 dimensioni (c.d. teoria della stringa bosonica) che alla teoria supersimmetrica a 10 dimensioni (c.d. teoria delle super-stringhe). L’interesse che questa teoria ha suscitato risiede nel fatto che si spera possa essere una legge che spiega la nascita della vita e le regole che reggono l’universo, comprese le forze fondamentali e sebbene includa nella versione super-simmetrica anche i “fermioni”, cioè i “mattoni” costituenti la materia, non è ancora chiaro se possa descrivere una o più leggi fondamentali dell’Universo conosciuto.

maxresdefaultIl fisico, in sostanza, sostiene che: <<(…) Viviamo in una “specie” di Matrix o “Ragnatela cosmica”, inseriti dentro un sistema di regole create volutamente da un’Intelligenza superiore, come se fossimo il suo videogioco preferito (…)>>.

Per raggiungere le sue conclusioni, il fisico ha utilizzato un “semi–radio primitivo di tachioni”, cioè particelle teoriche che sono in grado di far decollare la materia universale, lasciando tutto libero dalle influenze dell’Universo stesso. Anche se la tecnologia per raggiungere le vere particelle di tachioni è lontano dall’essere una realtà tangibile, il “semi-radio” ha tuttavia alcune proprietà di queste particelle teoriche, che sono in grado di creare l’effetto del reale “tachyon” in una scala subatomica.

Non è semplice spiegare la teoria per chi non è teorico dell’astrofisica ma, secondo lo scienziato teorico, il “Matrix” in cui viviamo, è una realtà artificialmente costruita e regolata da determinazioni universali, in un grande equilibrio cosmico. Non c’è dubbio: Dio è un grande matematico, conoscitore profondo delle leggi del mondo e della fisica.

Comments

comments