E’ periodo di Giro di Italia: sino a fine maggio tutti ne parleranno in televisione, suo giornali, sui siti e sopratutto tutti cercheranno informazioni.

Tu sai veramente cosa è il Giro? Ne conosci la storia?

Si tratta della corsa a tappe maschile per eccellenza, una gara tra le più importanti per il ciclismo su strada. La Corsa Rosa è nata nel 1909 grazie all’idea di Tullo Morgagni, giornalista di Forlì. Da quell’anno puntualmente l’evento si rinnova e, come è noto si è interrotto solo durante le Guerre Mondiali. Organizzatore della Corsa è la Gazzetta dello Sport.

Da tempo ormai il Giro di Italia è inserito tra le corse più importanti del mondo tanto è vero che fa parte del calendario del circuito professionistico dell’UCI World Tour insieme a corse note ad appassionati e no ovvero: il Tour de France e la Vuelta a España.

Il suo prestigio la rende una delle corse più belle ed affascinanti al mondo: non solo ciclismo ed adrenalina ma anche panorami mozzafiato, quelli dell’Italia, da ammirare anche quando si è fuori dal Bel Paese per un anno all’estero.

I record del Giro di Italia

La Grande Corsa, come viene spesso ricordata, è la corsa dei record, infatti salite, discese, curve e pianure la rendono una competizione importante e dura anche per il ciclista più esperto, nonostante tutto tra i nomi del ciclismo storico c’è chi è riuscito a vincere la maglia rosa più di una volta.

Alfredo Binda ha vinto ben 5 volte la gara tra il 1925 e il 1933, Fausto Coppi, altre 5 volte tra il 1940 e il 1953,  record anche per il ciclista belga a Eddy Merckx, che vince 5 volte tra il 1968 e il 1974.

E’ solo nel 2003 che il grande ed amatissimo velocista italiano Mario Cipollini che riesce a superare ogni record arrivando a 41 vittorie consecutive. Cipollini batte un record che sino al 2003 apparteneva a Alfredo Binda.

Gli italiani del Giro 101

Il Giro 2018 è quello post centenario: numero 101, iniziato con una tappa internazionale in Israele continua in questi giorni sul suolo italiano regalando emozioni a tutte e tutti.

Tanti sono gli italiani che pedalano rapidi e senza fatica nelle tappe del Bel Paese, tra di essi alcuni sono i nomi più noti tra i fans. Ovviamente spicca il ciclista di origine sarda Fabio Aru, acclamato ovunque dalla folla festante. Oltre a Aru, colui che riesce a volare rapidamente sulle due ruote è indubbiamente Sasha Modolo del team Internazionale Ef Pro cycling. Modolo, giovane trevisano corre in volate rapidissime da velocista d’eccezione di un rooster dal cuore internazionale. Oltre ai due professionisti in gara vi sono tanti altri ciclisti italiani di cui è bene osservare le posizioni se si è amanti del ciclismo o se si vuole tifare Azzurro anche tra le due ruote. Ovviamente il pensiero non può che non andare a Fausto Masnada, bergamasco di 25 anni, che ad ogni tappa cerca di strappare una vittoria.

 

 

Comments

comments