coppaJuventus e Napoli si rituffano in Champions dopo lo scontro diretto che ha visto proprio i bianconeri avere la meglio sulla squadra di Sarri con un 2-1 deciso dal Pipita Higuain.

La Juventus ospita il Lione dopo la vittoria di due settimane fa, con un gran gol di Cuadrado e una prova superlativa di Buffon, che ha dato ai bianconeri la momentanea testa della classifica con 7 punti a pari merito con il Siviglia, ma con un vantaggio per differenza reti. Una vittoria per la Juve significherebbe matematica qualificazione agli ottavi di finale, che le consentirebbe di giocarsi le ultime due partite solo per il primato. Il Lione infatti ha solo 3 punti in classifica, conquistati contro la Dinamo Zagabria.

Nei precedenti tra le due squadre, solo vittorie per i bianconeri anche se c’è un dato curioso: l’arbitro della gara sarà l’olandese Bjorn Kuipers, con il quale i bianconeri non hanno mai vinto nei tre precedenti contro Fulham, Fiorentina e  Borussia Mönchengladbach. Nella Juventus mancherà Chiellini infortunatosi contro il Napoli. La sua sostituzione dipenderà dal modulo che Allegri deciderà di mandare in campo. Benatia in caso di 3-5-2 o Cuadrado se optasse per il 4-3-3 che ha cambiato l’inerzia della partita di sabato. Per il Lione, Bruno Génésio schiererà il tridente con Fekir, Lacazette e Cornet che già ha dato qualche preoccupazione ai bianconeri all’andata. In mediana spazio a Darder insieme ai due ex obiettivi del Napoli, Tolisso e Gonalons.

Il Napoli invece proverà a riscattare la sconfitta interna di due settimane fa contro il Besiktas. Secondo gli esperti di scommesse Bet365, la squadra di Sarri dovrebbe avere la rabbia giusta per affrontare i turchi dopo aver perso a testa alta contro la Juventus. Il tecnico Gunes dovrebbe optare per un 4-2-3-1, con Aboubakar come unica punta ad insidiare la difesa dei partenopei, come già accaduto all’andata. Tanti gli indisponibili però per il Besiktas, lista che comprende gente come Rhodolfo, Erkin, Uysal, Talisca e Ozbiliz. Solito 4-3-3 per Sarri che potrà nuovamente contare su Gabbiadini al centro dell’attacco. Dopo il battibecco di sabato scorso, potrebbe essere Insigne il sacrificato iniziale nel tridente d’attacco partenopeo.

Gli azzurri nonostante il bel gioco, stanno patendo l’assenza di un vero centravanti che finalizzi la mole di gioco della squadra di Sarri. I numeri parlano chiaro e le quattro sconfitte nelle ultime sei partite con dieci gol subiti sono un chiaro campanello d’allarme. Serve una grande prova con una vittoria per riportare il morale ad un livello ottimale per proseguire la stagione al meglio. La squadra azzurra, inoltre, in caso di vittoria e contemporaneo pareggio tra Benfica e Dinamo Kiev, otterrebbe matematicamente il pass per gli ottavi di finale. Non sarà semplice, sia perché il Besiktas ha già vinto a Napoli, ma anche perché i turchi sono imbattuti da ben 12 gare casalinghe, durante le quali hanno ottenuto 10 vittorie e 2 pareggi.

Arbitro della gara sarà l’inglese Mark Clattenburg che sarà coadiuvato dai guardalinee Jake Collin e Simon Bennett, dagli addizionali Andre Marriner ed Anthony Taylor, e dal quarto uomo Ian Hussin.

Comments

comments