Otranto si conferma tra le località Bandiera Blu, riconoscimento che viene assegnato dall’organizzazione non-governativa e no-profit Fee, “Foundation for Environmental Education”.
La Bandiera Blu è un riconoscimento internazionale istituito nel 1987 nell’Anno europeo dell’Ambiente e che viene assegnato ogni anno in 41 paesi, inizialmente solo europei, più recentemente anche extra-europei. La Bandiera Blu riconosce l’impegno dei comuni premiati per le politiche attente alla sostenibilità che vengono perseguite sul territorio. Diversi i parametri presi in considerazione dalla Fee, e tra questi, in particolar modo, l’educazione ambientale, la qualità delle acque di balneazione, la depurazione delle acque reflue, la gestione dei rifiuti, la regolamentazione del traffico veicolare, la sicurezza e i servizi garantiti sulle spiagge.

Questa mattina, alle ore 11.00, presso l’aula convegni del Consiglio Nazionale delle Ricerche a Roma, si è svolta la conferenza di presentazione delle Bandiere Blu 2018.

Molto soddisfatto il Sindaco Pierpaolo Cariddi, presente alla cerimonia di consegna: “Siamo felici che la nostra città abbia riconquistato la prestigiosa Bandiera Blu. Questo è un riconoscimento del buon lavoro che la comunità porta avanti su un percorso sostenibile in termini ambientali, economici e sociali. Gli interventi messi in campo per la tutela e la valorizzazione dei nostri beni paesaggistici, culturali, naturalistici e per la ricerca di una sempre maggiore qualità nei servizi offerti, sono risultati importanti non solo per migliorare sempre più la qualità della vita dei residenti, ma anche per attrarre ospiti che possano ‘vivere’ e non semplicemente visitare il nostro territorio”.

“Il risultato raggiunto è merito di un lavoro sinergico che amministrazione, cittadini e operatori turistici portano avanti tutti insieme da anni, non limitandosi a proporre semplicemente la formula ‘sole e mare’, ma generando ‘più turismi’, recuperando ed esaltando Storia e Natura”, conclude il primo cittadino.

Comments

comments