Il Partito Democratico presenterà un’interrogazione urgente al Ministro Profumo (nella foto) sulla bocciatura dei cinque piccoli alunni di prima elementare all’Istituto G. Tifoni di Pontremoli, con la richiesta di inviare un’ispezione.

E’ questo che deve fare la scuola? Portare avanti piccoli eccellenti e lasciare indietro chi parte con qualche svantaggio? E’ questo il compito della scuola? Il rifiuto, l’esclusione in quella tenera età, lascia impronte profonde nell’anima.

Manifestiamo tutto il nostro sdegno per quel che è successo e continueremo a combattere perché la scuola dell’inclusione possa continuare ad essere la spina dorsale di un Paese che ha bisogno di rialzarsi sapendosi tenere per mano anche con chi è più debole. Nelle indicazioni della scuola del Primo ciclo, si dice che l’attenzione massima deve essere posta a quell’essere unico e irripetibile che si ha in classe. Straordinariamente diversi e irripetibili sono senz’altro i cinque piccoli bocciati, meritevoli di continuare a stare con i loro compagni di classe, perché importanti anche per i promossi.

Restituire alla scuola primaria il tempo che le è stato tagliato, le compresenze cancellate, riportare la numerosità delle classi alla ragionevolezza e vivibilità è urgente. Questo sarà il nostro impegno per la scuola, quando torneremo a governare.

Comments

comments