La tecnologia è ormai entrata a far parte della nostra vita quotidiana in modo costante e prepotente, per questo pensare a soluzioni che proteggano i nostri accessori hi-tech da eventuali danni è utile oltre che conveniente.

Lo smartphone è quello che, probabilmente, insieme al pc rischia di danneggiarsi maggiormente rispetto a tutti gli altri accessori perché è sempre con noi, spesso in posti che non sono propriamente sicuri come le tasche di pantaloni e giacche o lasciato libero in qualche borsa senza alcun tipo di protezione.

Scegli la migliore assicurazione smartphone per essere al sicuro e protetto contro danneggiamenti sempre all’ordine del giorno considerato tutto il tempo che questo oggetto ormai indispensabile ci segue in ogni attività giornaliera.

Pensare ad assicurare il proprio telefono non solo è consigliato ma è addirittura necessario per evitare di incorrere in qualche brutta sorpresa che ci obbligherà a dover sostenere spese che potevano essere evitate con un costo contenuto.

Dettagli sull’assicurazione smartphone

Basti pensare a ogni singola volta in cui abbiamo rischiato di romperlo o delle innumerevoli volte in cui siamo riusciti in extremis a salvarlo da una brutta caduta che avrebbe causato un danno enorme. Quanto avremmo desiderato avere una copertura?

Pensare a tutte queste spiacevoli nonché ricorrenti situazioni fa capire senza troppi giri di parole il motivo per cui è necessario stipulare un’assicurazione per proteggere il nostro caro telefono da cui, probabilmente, non ci separiamo mai.

L’attivazione è molto semplice, basta scegliere una compagnia con cui stipulare l’assicurazione e scegliere i servizi di cui necessitiamo. Le soluzioni online offrono interessanti proposte relative a questo tipo di assicurazione come di altre, basta capire qual è quella che fa più al caso nostro, per evitare di sbagliare e scegliere una soluzione che è quella ottimale per la nostra situazione o per le nostre personali esigenze.

Assicurazione smartphone: qualche dato

I dati relativi ai danni ricorrenti del nostro smartphone parlano chiaro e confermano quanto siano numerosi ed entrati a far parte della “regolarità” delle nostre vite. Sì, proprio così, danneggiare il proprio telefono – si parla di danno accidentale chiaramente – sembra essere diventato normale, probabilmente proprio per le ore che questo accessorio trascorre con noi durante la giornata e per la distrazione a cui la vita frenetica ci porta.

Ventitré è la percentuale degli utenti che si sono tagliati le dita sullo schermo rotto del proprio smartphone e nonostante questo hanno in ogni caso continuato a utilizzarlo (cambiarlo è molto costoso), il 13% sono i telefoni che sono caduti nei bicchieri pieni durante eventi sportivi e il 12% quelli lanciati per un impeto di passione sportiva. C’è poi un dato sconcertante, ma realissimo che è il 35% di danni dovuti alla caduta in acqua. Dato relativo precisamente alla caduta accidentale nel water (sono moltissimi questi casi), in piscina, nella vasca, in mare.

Tutti questi numeri confermano ancora una volta quanto spesso possano accadere imprevisti che ci porterebbero a sostenere spese che non abbiamo in programma e che con ogni probabilità potevamo evitare stipulando un’assicurazione giornaliera.

Comments

comments