La vita di tutti i giorni di ognuno di noi è contraddistinta in misura sempre più importante dalla tecnologia. Il settore degli antifurti non è esente da questa tendenza, e la gestione della sicurezza delle abitazioni private si basa su dispositivi facili da utilizzare ma al tempo stesso affidabili ed efficaci. Fino a pochi anni fa, in effetti, nessuno avrebbe solo lontanamente potuto ipotizzare che un impianto di allarme potesse essere controllato da remoto attraverso uno smartphone, un tablet o un personal computer: ebbene, oggi un comportamento di questo tipo rappresenta la norma, al punto che nemmeno vi facciamo più caso.

L’addio alla sirena

Non è più tempo della classica e vecchia sirena, dunque; o, in ogni caso, attorno alla sirena oggi è costruito un impianto molto più elaborato e articolato, finalizzato non solo a scoraggiare i malintenzionati e a metterli in fuga, ma anche – grazie alle telecamere, per esempio – a identificare gli intrusi che penetrano in un edificio. Oggi per far scappare i ladri che si rendono protagonisti di un’effrazione non è più sufficiente una banale sirena di antifurto: la tecnologia si è evoluta anche per i criminali, il che vuol dire che anche loro hanno a disposizione strumenti più avanzati e migliori di quelli che usavano fino a un decennio fa. Per di più, le sirene in passato davano origine a molti inconvenienti, a cominciare dal fatto che spesso suonavano anche quando non dovevano: i falsi allarmi erano molto più numerosi di quanto potesse essere tollerabile.

La tecnologia odierna

Uno dei pregi della tecnologia che si utilizza attualmente è proprio questo: i falsi allarmi possono essere filtrati e distinti rispetto agli allarmi reali, in modo tale che il proprietario di un edificio protetto da un antifurto non sia costretto a verificare ogni suono della sirena. Tra gli esempi di maggior successo in questo settore vi sono i sistemi protettivi che possono essere modificati su misura e personalizzati in base alle diverse esigenze che si è intenzionati a soddisfare: tra i loro punti di forza c’è la presenza di rilevatori di movimento dotati di telecamere a raggi infrarossi che sono in grado di vedere anche al buio, o comunque in condizioni di luce non ottimali. Un impianto di questo tipo può essere installato senza che vi sia bisogno di eseguire delle opere murarie, e permette di usufruire di un collegamento con la centrale operativa per sventare ogni pericolo.

Gli antifurti di nuova generazione

Per comprendere quali sono le peculiarità che differenziano gli antifurti del passato rispetto ai sistemi di ultima generazione è sufficiente prestare attenzione al modo in cui sono gestite le emergenze. Con gli impianti moderni, quando un’intrusione viene rilevata da un sensore di movimento l’allarme non scatta in modo immediato: prima, infatti, vengono messi in allerta gli addetti della centrale operativa, a prescindere dal fatto che l’episodio si stia verificando nel bel mezzo della notte o in un giorno festivo. Così, gli operatori hanno la possibilità di verificare in maniera istantanea le immagini che provengono dalle telecamere di sorveglianza, e così capiscono se ci si trova in presenza di una intrusione effettiva o di un falso allarme. In caso di necessità, vengono contattate le forze dell’ordine che provvedono a inviare una pattuglia al fine di bloccare i malintenzionati.

E il proprietario di casa?

Con un sistema di questo tipo, il proprietario di casa può rimanere sereno e non si deve preoccupare di nulla, dal momento che sono gli addetti a gestire tutti i dettagli dell’emergenza. Al massimo, il proprietario può seguire ciò che sta succedendo attraverso il proprio smartphone, venendo informato attraverso una serie di notifiche inviate da un’app dedicata. In virtù di tale applicazione, si ha la possibilità di osservare le immagini provenienti dalle telecamere, in modo tale che tutto quello che succede possa essere seguito in tempo reale.

Addio ai falsi allarmi

Uno degli aspetti più interessanti – e al tempo stesso più rivoluzionari – delle tecnologie moderne va individuato nella possibilità di identificare subito i falsi allarmi, senza che (per esempio) si sia costretti a chiedere un favore a un vicino di casa. Il tempestivo intervento delle forze dell’ordine, o comunque degli uomini della sicurezza, consente di contrastare sul nascere e di impedire qualsiasi furto. Insomma, anche se si decide di andare in vacanza, di viaggiare per qualche giorno o di godersi le ferie lontano da casa, si ha l’opportunità di farlo con la massima tranquillità, senza alcun timore, pur scegliendo di non essere raggiungibili. Ma non è tutto, perché un sistema innovativo di questo tipo permette anche di controllare le condizioni delle persone presenti in casa, che si tratti di anziani o di ragazzi.

Come trovare un antifurto di qualità

Per essere efficace, un antifurto deve essere in grado di scongiurare qualsiasi tentativo di intrusione, riuscendo a proteggere le persone e i beni sia in presenza che in mancanza del proprietario di casa. Dormire sonni tranquilli sotto il proprio tetto dovrebbe essere un diritto banale, eppure le cronache quotidiane ci dimostrano che non è così: le nostre residenze sono esposte ai pericoli provenienti da criminali italiani e stranieri. Sul mercato si possono trovare diverse tipologie di impianti, tali da assecondare ogni tipo di necessità: quelli cablati sono noti anche come filari, mentre quelli wireless non presuppongono alcun collegamento con fili.

Una terza soluzione è rappresentata dagli antifurti misti, che sono così chiamati perché consentono di collegare sia sensori senza fili che sensori filari. Qualunque sia il dispositivo per cui si decide di optare, quello che conta è che ci si ricordi di accertare la presenza di certificazioni, che per essere considerate affidabili devono essere state rilasciate da un ente terzo. Tra le caratteristiche che è bene valutare in un antifurto, al di là delle garanzie di assistenza che vengono messe a disposizione dal rivenditore, ci sono la tecnologia di trasmissione radio e la presenza di sistemi finalizzati a evitare che il segnale venga oscurato: gli accorgimenti anti-jamming e le comunicazioni criptate sono più che utili da questo punto di vista.

Comments

comments