Grande successo per il VI Forum Nazionale dei Mediatori tenutosi nella piovosa giornata di venerdi 24 Maggio presso il maestoso Centro Congressi della Fondazione CUOA, ad Altavilla Vicentina. Questa edizione del Forum, con la sua portavoce dott.ssa Irene Gionfriddo, ha dato luce a dei nuovi e importanti aspetti della mediazione fino ad ora non affrontati.  Non a caso il titolo scelto è stato “La Gestione Innovativa delle Liti nella Vita dell’Azienda”.

Durante la giornata si solo alternati tanti interventi stimolanti con l’intento di proporre nuove idee per rilanciare l’economia delle piccole e medie imprese e rivalutare il ruolo dell’impresa e dell’imprenditore.
Il pubblico in sala e virtuale, grazie alla diretta streaming, ha potuto assistere a testimonianze particolarmente appassionate, come quella del dott. Arik Strulovitz e del dott. Ercole de Masi, che hanno dato vita a nuovi spunti per successivi lavori. A questi si è unito l’entusiasmo degli organizzatori, dott. Giammario Battaglia, avv. Giuseppina de Aloe e avv.to Cristina Bole.
In questa giornata “L’impresa ha fatto da padrona”, tanti gli imprenditori e i commercialisti presenti, tra cui il dott. Vincenzo Lazzaro, presidente di Unionliberi, il dott. Marco Buzzavo, UGDCEC di Treviso, dott. Alberico Colasante, coordinatore  area veneto del Forum,  dott.ssa Patrizia Bonaca,  Industria dell’esperienza.
Il Prof. Leopoldino Lago, rappresentante Confsalform, ha presentato il progetto” Il manager dei servizi della mediazione” e l’avv.to Paolo di Bugno il progetto “Nazionale Italiana dei mediatori civili”. Nella mattinata, Giammario Battaglia, ha presentato i successivi appuntamenti promossi dal Forum insieme alla CONFAPRI da cui deriveranno nuove e innovative opportunità lavorative.
In conclusione, questa edizione del forum ha dimostrato come la passione e l’entusiasmo di giovani professionisti possono riunire idee e persone da varie parti d’Italia facilitando lo scambio di competenze.
Ancora una volta la mediazione rappresenta l’avvio di nuove opportunità per il mondo professionale e aziendale…occorre solo saperle cogliere!

Stefano Bassi

Comments

comments